Vincenzo Capuano, il pizzaiolo vice Campione del Mondo della specialità Contemporanea, continua la sua espansione con una nuova apertura.

Sono già iniziati i lavori che ospiteranno la nuova sede di Capvin, questo il nome di battaglia del pizzaiolo sui canali social, sul porto di Pozzuoli nella nuova area rinnovata della cittadina flegrea che ha conosciuto un nuovo boom gastronomico anche grazie alla pizza.

Due piani in un palazzetto del secolo scorso e un ampio dehors con vista sul mare. In breve questa la scheda tecnica della Vincenzo Capuano Pozzuoli che aprirà in tempo per il primo sole primaverile.

La formula è quella, già ampiamente collaudata, della pizza contemporanea di cui Capuano è “portatore sano”.

Accanto a lui nella nuova avventura di Pozzuoli c’è sempre Nando Simeoli, pizzaiolo poco noto alle cronache dei social ma motore efficiente dei progetti del duo.

I forni a legna saranno realizzati da Roberto Fazzone, autore di molte e invidiate macchine termiche come quelle delle pizzerie di Giuseppe Pignalosa (sia a Salerno che a Ercolano) o della nuovissima Fiore Bianco sul lungomare di Napoli.

E sempre Fazzone sarà protagonista del raddoppio della pizzeria di Capuano a piazza degli Artisti nel quartiere del Vomero a Napoli.

Capuano e Simeoli, insieme ai soci del punto vomerese, amplieranno gli spazi a disposizione grazie all’acquisizione del primo piano nello stesso palazzo che ospita la pizzeria aperta qualche mese fa.

“Con Roberto Fazzone stiamo studiando la trasformazione del forno a legna in forno a gas ibrido. Questo per migliorare l’impatto ambientale in una zona molto popolata e per compiere un nuovo passo con la nostra pizza contemporanea”, spiega Capuano, “ma non fatemi dire altro!”.

Anche in questo caso occorrerà attendere un mese per poter usufruire della sala più raccolta che verrà organizzata al piano superiore.

Due nuovi progetti, due piani per entrambi, ma resta con i piedi per terra Nando Simeoli che ha un occhio alle line di impasti e farciture e l’altro ai conti delle pizzerie: “Vogliamo essere leggeri e far divertire il pubblico degli appassionati che ci seguono e che amano la nostra pizza. Continueremo a farlo con l’aiuto delle nostre squadre che si allargano ma mantengono sempre la qualità cui andiamo fieri raggiunta anche grazie ai nostri fornitori”.

[Ritratto: Alessandro Pennino]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui