Rigatoni burro e caviale, la ricetta semplice del due stelle Michelin

Ricette

Nei nuovi ristoranti che fanno capo a Marco Sacco – Piano 35 a Torino, il Castellana di Hong Kong e il Castellana San Giovanni di Saluzzo – c’è un menu che si chiama Piccolo Lago, in onore della casa-madre di Verbania e della storia di questo grande ristorante bistellato Michelin.

Questo permette di lasciare un’impronta e una storia in tutti i ristoranti del gruppo.

Anche questa ricetta dei rigatoni con porro e caviale fa parte dei piatti classici di Marco Sacco: semplice, di sicuro effetto, e, perché no, adatta a prolungare il mood decisamente romantico di questo weekend dedicato agli innamorati.

Rigatoni burro di montagna e caviale Volzhenka

Ingredienti (5 persone)

400 g di Rigatoni
250 g di porro
40 g di caviale
50 g di burro di montagna
50 g di formaggio e fior di sale
q.b. erba cipollina

Procedimento

Per il porro

Tagliare i cuori del porro a julienne e conservarli in acqua e ghiaccio. L’esterno rimanente verrà bruciato alla griglia per ricavarne una polvere di porro. 

Per i rigatoni

Sbollentare i rigatoni in acqua salata, saltarli con il burro e l’erba cipollina tritata.

Finitura e presentazione

Porre la pasta dentro un contenitore di caviale Volshenka, appoggiato a sua volta su un nido di paglia.

Inserire al suo interno il formaggio e in cima alla pasta disporre i fili di porro a julienne, la sua polvere bruciata e una quenelle di caviale  di 8 grammi.

Il caviale Volzhenka viene dall’Astrakhan.

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.