Milano. Il 15 giugno apre All’Antico Vinaio di Firenze

A due passi dal Duomo, in via Lupetta, arrivano le mitiche schiacciate fiorentine dell'Antico Vinaio di Tommaso Mazzanti

SBAAAMM 😱💣🔞💦 Questa potrebbe essere la nuova Schiacciata dedicata a Milano ❤️ Vi garba ?? 👇🏻 Segui anche la nuova pagina All’Antico Vinaio Milano 🙏🏻

Posted by All'Antico Vinaio on Monday, June 1, 2020
Tempo di lettura: 2 minuti

L’annuncio dell’arrivo della storica bottega fiorentina All’Antico Vinaio a Milano era arrivato a poche settimane dall’inizio del lockdown causa Coronavirus. E finalmente ora, a quasi quattro mesi di distanza, la schiacciateria (si dice così) apre. Appuntamento al 15 giugno in centro, in via Lupetta, una traversa di via Torino.

Le schiacciate di Tommaso Mazzanti sono un landmark, una meta turistica come il David di Michelangelo, un must gastronomico come la fiorentina e il lampredotto. Focacce fumanti, farciture esorbitanti, code e applausi.

Al grido di “Bada come la fuma!” Mazzanti si prepara alla conquista della città – impresa che sembra particolarmente facile, almeno a giudicare dall’entusiasmo social suscitato dalla notizia dell’apertura.

schiacciata milano antico vinaio pancetta taleggio

Il video spiega come potrebbe essere la schiacciata dedicata a questa nuova apertura meneghina. Nella schiacciata fumante vengono inseriti la pancetta al tartufo, disposta artisticamente a formare delle belle onde di grasso, il taleggio, anch’esso artisticamente ondeggiato, e il miele al tartufo.

Via Lupetta è una traversa di via Torino, a due passi dal Duomo; All’Antico Vinaio si trova al 12, qualche metro prima di arrivare in piazza Sant’Alessandro, uno dei piccoli gioielli milanesi. Se non sbaglio, occupa i locali che furono di una piadineria. La posizione è un po’ defilata rispetto al flusso pedonale di via Torino. Ma in piazza sant’Alessandro c’è il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Statale di Milano, che, una volta riaperto agli studenti, dovrebbe assicurare un buon flusso di clienti.

Sarà la preparazione in tempo reale messa lì in primo piano sotto i tuoi occhi, a portata di boccone. Sarà la bellezza degli ingredienti, la loro disposizione artistica. Sarà la faccia e la voce da imbonitore da fiera di paese, allegra e genuina, di Tommaso, che ti riporta a tempi anichi e genuini, come si usa oggi. Ma io lunedì 15 sono in via Lupetta. Presto.

All’Antico Vinaio Milano. Via Lupetta, 12. Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui