Pontecagnano. Mon Bistrot, nuova apertura dell’allievo di Niko Romito

Cena perfetta e omaggio al pomodoro al Mon Bistrot aperto da Roberto Accarino, allievo del tre stelle Michelin Niko Romito, a Pontecagnano

Tempo di lettura: 6 minuti

Il nuovo Mon Bistrot a Pontecagnano, siamo appena fuori Salerno, ti accoglie con una piccola oasi di siepi e di luci soffuse.

Già dall’ingresso è tutto ciò che ti aspetti, accogliente ed elegante. L’arredo esterno fa da cornice alle grandi vetrate che si aprono sul bistrot e subito ti rendi conto che entrambi sono parti di un’unica scena.

Un giovane ragazzo dai toni pacati e dai modi cortesi ti accoglie mentre la soave melodia delle note di un sax ti accarezza. Giusto preludio ad una serata intima e romantica in un felice connubio tra esperienza enogastronomica e spensieratezza.

Con dovizia di particolari Claudia presenta il menu e compare lo chef Roberto Accarino, discepolo del tre stelle Michelin Niko Romito.

Formatosi alla scuola Accademia del pluri-stellato, ha proseguito il suo percorso di crescita al Reale senza mai abbandonare in seguito, l’orbita del suo maestro.

Prima di raccogliere la sfida del Mon Bistrot, consolida la sua formazione sotto la guida esperta di Peppe Stanzione, altra stella del firmamento della Rossa.

Le premesse sono le migliori per un menu di testa più che di pancia. Tecnica e profonda conoscenza del prodotto, supportata anche da qualificate aziende del territorio e non nascondendo la predilezione per il bio, si rendono evidenti già ad una prima lettura.

Decido, quindi, di seguire il fil rouge di Sua Maestà il pomodoro in ogni declinazione. Allora che pomodoro sia!

Tutte le declinazioni del pomodoro

Mon Bistrot Pontecagnano pomodoro

Pomodoro speziato. Come benvenuto, un pomodorino piccolo senza fronzoli, foglie, spume e fiori: nudo e crudo. Semplicemente perfetto, un gusto rotondo che avvolge il palato. Ho pensato quanta sicurezza in uno chef così giovane che si presenta con un elemento assoluto.

Mon Bistrot Pontecagnano melanzane

Melanzana e bufala in acqua di pomodoro (10 €). Tocchetti di melanzane appena amarognole addolcite da una stracciata di bufala con Sua Maestà sempre presente “sotto mentite spoglie”. Infatti il pomodoro è un’acqua di sapore ma non di colore.

uovo

Uovo al pomodoro e polenta (10 €). L’asticella si alza. La non usuale cottura pochè “espressa” dell’uovo, lo rende piacevolmente più consistente ed incontra l’estratto di pomodoro, risultato di una lavorazione sapiente e molto tecnica.  Una bella sfida tra i due elementi principi che si rincorrono ad ogni boccone in costante appetitoso “testa a testa” . 

Mon Bistrot Pontecagnano tortelli

Tortello di pomodoro al parmigiano (14 €). Un piatto che descrive appieno la personalità del giovane chef. I tortelli fatti a mano sono ripieni di un estratto di pomodoro che ricorda la passata essiccata al rovente sole di Sicilia. Il ripieno quasi acido al primo assaggio contrasta con la sapidità del parmigiano che diventa crema dopo essere stato trattato in acqua per alcune ore. Un grande piatto non per tutti i palati ma sicuramente da provare per concludere degnamente il percorso della versatilità del pomodoro.

Il territorio di Mon Bistrot

pasta mista

Pasta mista corta, colatura, bottarga, patate e prezzemolo (14 €). L’estratto di prezzemolo al 100% fa il 100% del piatto. Stratificando gli ingredienti, l’estratto è proprio l’ultimo ad incontrare il palato dando la spinta al piatto e contenendo la sapidità della colatura e della bottarga di tonno. 

pane Mon Bistrot Pontecagnano

Pane. Il pane, prodotto simbolo del maestro dello chef Accarino, Niko Romito, frutto di uno studio approfondito dalle farine, agli impasti, alla lievitazione, ha accompagnato con la sua presenza costantemente la cena. Realizzato con farina 00, una piccola percentuale di patate per la morbidezza, mosto d’uva e lievito madre. Servito caldo si è fatto amare sin dal primo momento.

dolce Mon Bistrot Pontecagnano
dolce di ricotta

Ricotta, fichi, mosto d’uva e biscotto alle mandorle (6 €). Potrebbe sembrare un eccesso, invece è un’indovinata  coesistenza di  zuccheri in un equilibrio sorprendente. Buonissimo! I bottoni di ricotta vellutata, il mosto d’uva appena caramellato e denso, il biscotto alle mandorle scrocchiarello, i fichi bianchi per fare l’occhiolino alla territorialità sono la degna conclusione di una serata perfetta.    

Mon Bistrot. Via Giacomo Budetti, angolo Via Torino. Pontecagnano (SA). Tel. +390892094127 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui