nuova pizzeria rot e carrett Gennaro Rapido Milano

Gennaro Rapido lascia Sorbillo e apre la pizzeria a Rot’ ‘e Carrett’ a Milano

Gennaro Rapido, il pizzaiolo da anni al fianco di Gino Sorbillo per l'avvio delle pizzerie, apre la sua pizzeria a Città Studi a Milano

Pizzerie

Gennaro Rapido interrompe il felice sodalizio con Gino Sorbillo per aprire la sua pizzeria a Città Studi a Milano.

La notizia, apparsa sulla timeline di Facebook di Gennaro, è semplice semplice, eppure complessa.

Anzitutto, si separa una coppia ormai consolidata, Gino-Gennaro.

Da anni e anni in abbinata, Gino imprenditore-pizzaiolo impegnato ad aprire nuove pizzerie ai quattro angoli del mondo. Gennaro a mettere le mani in pasta, oltre che fisicamente nelle pizze, anche nelle pizzerie, a guidare l’avvio e la formazione del personale. E a sorreggerne i primi passi, ovunque nel mondo. 

pizzeria miami toto sorbillo gino sorbillo gennaro rapido

Un rapporto paritario, il comunicatore-pizzaiolo bravissimo a fare le pizze e il pizzaiolo-esecutore ma che era bravo anche a comunicarle.

Le loro strade si separano amichevolmente, che è già una bella cosa. 

Per di più, Gennaro ha deciso di rimanere a Milano. Non starò lì a dire che quando i pizzaioli napoletani decidono di aprire a Milano, è perché Milano è la città ideale per la pizza. Ma aprire una nuova pizzeria a Milano è una bella sfida, anche perché la città è già piena di pizzerie, e quelle napoletane sono moltissime.

Dove aprirà la pizzeria di Gennaro Rapido

https://www.facebook.com/gennaro.rapido.9/posts/10222244855103221

Dove sarà questa nuova pizzeria? Quale zona di Milano avrà il piacere di ospitare i suoi forni e i suoi impasti? Dove potrò appoggiare le mie nobili terga per assaggiare le sue pizze? Gennaro mi ha preannunciato la zona, Città Studi. Che mi va bene, è anche la mia zona, ci arrivo a piedi.

nuova pizzeria Gennaro Rapido Milano interno

Ma essendo io un abile investigatore, posso darvi anche l’indirizzo: via Inama, 17, al posto di un’altra pizzeria, L’Arcata. Un centinaio di metri quadri in una traversa di piazzale Gorini. Siamo a due passi da largo Murani, dove c’è un’ottima gelateria bio, Scoops. Siamo a poche decine di metri dalle varie facoltà universitarie, dall’Istituto dei Tumori di via Venezian, dal Besta.

E che pizze farà Gennaro nella sua nuova pizzeria a Milano? Il format sarà quello della classica rot ‘e carrett, la “ruota di carro” dalle dimensioni debordanti rispetto alla superficie del piatto. Ne abbiamo mangiate diverse, fatte da lui – va bene, puoi andare avanti col tuo progetto.

Come sarà la pizzeria a Rot’ ‘e carrett

Gennaro Rapido e la pizza a rot' 'e carrett'

Una pizza classica che porta un pezzo di Napoli a Milano. Una pizzeria popolare come piace ai tradizionalisti di via Tribunali dove è nata la stella di Gino Sorbillo. L’anima popolare è confermata anche dalla “bancarella”, sì quella napoletana, dello street food, della pizza a portafoglio e dei fritti da mangiare in piedi.

Ma Gennaro Rapido, forte dell’esperienza maturata con le pizzerie di Gino Sorbillo, sa anche che ci vuole un tratto contemporaneo e ha scelto una chiave milanese. Nella nuova pizzeria che si chiamerà Rot’ ‘e carrett’ di Gennaro Rapido ci sarà anche una saletta di degustazione disponibile con prenotazione. Un salotto Rapido con una pizza da assaporare in tutta tranquillità. Che sembra un controsenso in termini ma – ve l’ho detto – Rapido è anche abile comunicatore.

Gennaro Rapido Latteria Sorrentina

E nella saletta ci sarà anche la special Rapido che uscirà con la farcitura dagli schemi classici.

Io sono pronto, già armato con le posate, per assaggiare le pizze.

Avvisando Gennaro che quando io annuncio l’apertura di una pizzeria, e vado ad assaggiarla quando apre o subito prima che apra, di solito porto fortuna. Vedi Lievito Madre al Duomo, Olio a Crudo, Crosta…

Se tanto mi dà tanto… una margherita grazie! E Rapido con l’apertura, mi raccomando!

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.