Pasta squadata, la ricetta del dolce delle ricorrenze tipico delle Eolie

La pasta squadata, o paste squaddate, è un dolce tipico delle Isole Eolie che Al Belvedere a Salina chiamano anche nodini dell'amore

Tempo di lettura: 4 minuti

Pasta squadata, o squaddata, in italiano vuol dire bruciata. È un dolce fritto, tipico delle isole Eolie in Sicilia, chiamato così per via della lavorazione manuale a caldo.

Le paste squadate sono un dolce che nella tradizione veniva preparato in occasione di festeggiamenti conviviali. Questi dolci poveri si preparavano in occasione di fidanzamenti, onomastici, compleanni o del completamento di case e di forni. Un segno di buon augurio.

al belvedere salina

Le potete assaggiare al residence hotel Al Belvedere Salina della famiglia di Francesca Cincotta. Gran parte delle strutture ricettive delle Eolie sono stagionali, aprono tra marzo e aprile, in coincidenza col periodo pasquale, e chiudono a fine ottobre. A Leni, uno dei tre comuni dell’isola più verde delle Eolie, nel versante a sud dell’isola, Al Belvedere Salina è sempre aperto tranne qualche giorno a Natale. Assaggerete la colazione più buona dell’isola di Salina prima di inerpicarvi lungo il sentiero che porta a Pollara, luogo magico, reso famoso dall’indimenticabile film Il Postino con Massimo Troisi.

Francesca Cincotta porta avanti le tradizioni del territorio. Nata e cresciuta a Leni, Francesca ha trasformato la casa di famiglia in un residence hotel con 10 tra camere e mini appartamenti immersi nel verde. Al Belvedere di Leni, posto dal quale si apprezza una vista mozzafiato sull’intero arcipelago eoliano, lei vive con la sua famiglia che è parte attiva del suo progetto di accoglienza.

mostarda

L’azienda agricola di famiglia produce ogni giorno frutti e ortaggi biologici che Francesca utilizza per preparare le colazioni, le confetture biologiche in 24 gusti differenti, le mostarde, i canditi, i succhi di frutta e le conserve.

I dolci sono l’altra passione di Francesca che ogni giorno sforna brioche, torte e biscotti. Sono rimasta folgorata dalle paste squadate ed eccovi la ricetta per preparalo in casa.

La ricetta della pasta squadata

pasta squadata

Ingredienti

250 g farina 00
250 g acqua
50 g olio extravergine d’oliva
1 limone (la buccia)
1 rametto rosmarino
30 g zucchero semolato
Cannella in polvere
Un pizzico di sale
Olio di semi per friggere

Procedimento

Portate ad ebollizione l’acqua con un pizzico di sale, il rosmarino, la buccia di limone e 25 grammi di olio extravergine d’oliva.

Non appena sfiora il bollore, spegnete il fuoco.

Togliete il rametto di rosmarino e la buccia di limone e incorporate la farina mescolando rapidamente con una frusta affinché non si formino grumi. 

Ottenuto un impasto omogeneo, trasferite tutto sul un piano di lavoro ed aggiungete il restante olio extravergine d’oliva.

Continuate a lavorarlo così da formare un panetto liscio ed elastico. 

Create dei cordoncini e sagomateli per formare dei dolcetti a forma di nodini.

pasta squadata

Dopo averli fatti riposare per 30 minuti, coperti da un canovaccio, friggeteli in abbondante olio caldo.

Infine, passateli nello zucchero semolato e cannella e servieli tiepidi.

Al Belvedere Salina. Via Santa Lucia. Leni (Salina). Tel. +390909809163

Pasta squadata

La ricetta del dolce tipico delle Eolie
Preparazione50 min
Cottura20 min
Tempo totale1 h 10 min
Portata: Dessert
Cucina: Italiana
Keyword: dolci

Ingredienti

  • 250 g farina 00
  • 250 g acqua
  • 50 g olio extravergine d’oliva
  • 1 limone la buccia
  • 1 rametto rosmarino
  • 30 g zucchero semolato
  • cannella in polvere
  • 1 pizzico sale
  • Olio di semi per friggere

Istruzioni

  • Portate ad ebollizione l’acqua con un pizzico di sale, il rosmarino, la buccia di limone e 25 grammi di olio extravergine d’oliva.
  • Non appena sfiora il bollore, spegnete il fuoco.
  • Togliete il rametto di rosmarino e la buccia di limone e incorporate la farina mescolando rapidamente con una frusta affinché non si formino grumi.
  • Ottenuto un impasto omogeneo, trasferite tutto sul un piano di lavoro ed aggiungete il restante olio extravergine d’oliva.
  • Continuate a lavorarlo così da formare un panetto liscio ed elastico.
  • Create dei cordoncini e sagomateli per formare dei dolcetti a forma di nodini.
  • Dopo averli fatti riposare per 30 minuti, coperti da un canovaccio, friggeteli in abbondante olio caldo.
  • Infine, passateli nello zucchero semolato e cannella e servieli tiepidi.

LASCIA UN COMMENTO

Recipe Rating




Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui