pizzeria Casa Caponi pizza margherita

Casa Caponi, la recensione della pizzeria ristorante di Vincenzo Pagano

Casa Caponi a Torre Annunziata è un locale nato dalla passione di Vincenzo Pagano che ha cambiato lavoro per dedicarsi a pizza e cucina

Pizzerie

Per Casa Caponi, il disclaimer è necessario. Il ristorante pizzeria di Torre Annunziata, vicino Napoli, è di proprietà di Vincenzo Pagano.

Stesso nome e cognome di chi firma questo articolo, ma nessuna parentela né diretta, né indiretta fino ai trisavoli.

Però devo dire che nome e cognome suonano bene. Ma non faremo sconti a Casa Caponi anche se Vincenzo Pagano Caponi mette subito in difficoltà Vincenzo Pagano Scatti di Gusto.

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata ingresso

Perché Casa Caponi è ospitata in una dimora piuttosto antica che prima fungeva da laboratorio di scarpe domestico. Venuta a mancare la signora che l’occupava l’altro Vincenzo pensa bene di farsi pizzaiolo.

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata

Più corretto dire ristoratore anche se la sacra passione, nata per caso con la pizzeria d’asporto i fratelli Caponi, gli ha fatto mettere le mani in pasta. E in cucina.

La passione nata ben lontano dal settore arredamento e architettura in cui lavorava come responsabile per un’azienda. Ma passare dai contenuti di design a quelli della pizza e della cucina, posso assicurarlo, è un passo breve.

Vincenzo Pagano ristoratore non si dichiara pizzaiolo, in verità, anche se le pizze le sa fare tant’è che prepara gli impasti e partecipa all’evento Una Pizza per l’Estate 2021. A Casa Caponi ci sono comunque due pizzaioli. Anzi una pizzaiola, Maria Teresa Manzo, e un pizzaiolo, Lamin Darboe. In cucina, invece, c’è Raffaele Auricchio.

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata giardino
Vincenzo Pagano e Vincenzo Pagano

La storia dalla piccola pizzeria d’asporto si è allargata in questo appartamento, anzi, in questi due appartamenti con sale le une dentro le altre come si usava nelle case di un tempo. Ora il servizio è confinato all’esterno e per fortuna Casa Caponi ha un godibile giardino dove mi sono accomodato. Con tanto di selfie introduttivo con il mio omonimo.

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata montanarine

Temperatura perfetta insieme a quella del vino, una falanghina di Villa Raiano che accompagna il benvenuto. Due montanarine, la classica e la cacio e pepe (4,50 €). Ben fatte. Il servizio è spigliato e cordiale.

La pizza di Casa Caponi

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata pizza margherita

Più pizzeria o più ristorante? L’insegna dichiara pizzeria e, quindi, un assaggio è obbligatorio.

La margherita di Vincenzo Pagano è preparata con la biga ma ha i caratteri della pizza tradizionale con un cornicione lontano dagli schemi della canotto. Anche la consistenza è quella di old school con una tenacità che però non è fastidiosa (5 €).

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata stesura pizza

Il forno a gas asciuga velocemente e spesso rischia di lasciare umido il cornicione, ma il polso al forno c’è. Buona la scelta del pomodoro e corretta la sapidità degli ingredienti.

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata cantina
Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata cantina

Vincenzo Pagano confessa che è work in progress e si è affezionato al rito della maturazione dell’impasto nella cantina di Casa Caponi che all’occorrenza ha anche un tavolo per degustazioni. Corredato dai vini e dal lampadario degli insaccati e del provolone del monaco.

Gli spaghetti alla Nerano di Casa Caponi

spaghetti alla nerano Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata

La cucina non è un ripiego della pizzeria. Anzi. La stesa di carboidrati del menu prevede oltre alle pizze i primi piatti della tradizione.

In omaggio all’estate che arriva, ecco gli spaghetti alla Nerano. Pochi fronzoli e molta sostanza. Godibili quanto il giardino e le temperature (12 €).

La parmigiana di melanzane indorata e fritta

parmigiana di melanzane

Il piatto di pasta era dichiarato quasi mezza porzione. Sarà, ma qui non si lesina sulle quantità. Una parmigiana di melanzane può andare bene per guardare agli antipasti che diventano secondi piatti.

La scuola è quella salernitana con le melanzane indorate e fritte. Belle sostanziose dunque e con il pomodoro che fa la sua buona figura.

pane pizza

Il pane di accompagnamento è realizzato a partire dall’impasto delle pizze.

I dolci tradizionali di Casa Caponi

tiramisù Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata
tiramisù alle fragole Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata

Peschiamo dalla carta il classico dei classici per una pizzeria. Qui offerto in due versioni. Il tradizionale (4,50 €) e alle fragole (5 €). Un buon tiramisù che chiude il pranzo.

Il refill con la pasticceria Pepe

semifreddo ricotta e pistacchio Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata
delizia all'arancia

Due chiacchiere e un caffè con il tuo omonimo non te le vuoi fare? La storia di Casa Caponi dice della passione e della pancia che affiancano il lavoro “ordinario” fino a superarlo. L’impegno non permetteva più di seguire architetti e arredatori. Storia simile, annoto con similitudine personale.

E ci si allunga tra misure, pergolati, graniglie e ovviamente asporto di questo malefico periodo di pandemia.

Casa Caponi pizzeria ristorante Torre Annunziata tavoli giardino

Al tavolo vietrese sotto il pergolato ci allunghiamo con un paio di dolci della pasticceria Pepe. I clienti che transitano verso l’uscita sono soddisfatti a testimonianza che l’omonimia ha prodotto solo curiosità reciproca.

Intanto l’indirizzo di Casa Caponi è finito nella mia rubrica e il mio consiglio è andare ad assaggiare la pizzeria ristorante di stampo tradizionale. Anche quando il servizio sarà possibile al chiuso nelle stanze di architettura napoletana. Proprio come si usava un tempo.

Casa Caponi. Corso Umberto, 215. Torre Annunziata (NA). Tel. +393932112774

voto recensioni Scatti di Gusto 2,5

Voto: 7,5/10

[Immagini: iPhone di Vincenzo Pagano – Scatti di Gusto]

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.