Ristoranti e pizzerie sbancano il nuovo Monopoly dedicato a Napoli

Palazzo Petrucci, 50 Kalò, Sorbillo, Puok, Ciro Amodio, Mulino Caputo sono nel Monopoly con la toponomastica di Napoli (e qualche svista)

Notizie

Sono miliardi i giocatori del Monopoly e qualche centinaia di migliaia sono ai tavoli di Napoli.

Il gioco da tavolo, che resiste all’era dei video, ha lanciato la terza edizione dedicata alla città partenopea. Che arriva dopo quelle del 2017 e 2019. Napoli è stata la prima città d’Italia ad avere un’edizione personalizzata seguita da Roma, Verona e Bergamo.

Monopoly Napoli

Le tradizionali caselle con i nomi delle strade su cui costruire case ed alberghi ricevono una nuova toponomastica. E sono abbinate ad esercizi commerciali conosciuti in città. Così, il Monopoly Napoli da ottimo regalo di Natale diventa un oggetto feticcio. Non solo per i giocatori ma anche per i collezionisti di cose napoletane.

Palazzo Petrucci e 50 Kalò padroni del Monopoly Napoli

pasta Palazzo Petrucci Napoli

Sul tabellone spadroneggiano ristoranti e pizzerie, pasticcerie e generi alimentari. Il desideratissimo Parco della Vittoria che con il Viale dei Giardini sono il simbolo di imperitura ricchezza vanno a un ristorante e a una pizzeria. Nel Monopoly Napoli, il lusso del ristorante è a via Posillipo con il ristorante stella Michelin Palazzo Petrucci.

pizza 50 Kalò

La pizzeria nobile è 50 Kalò di Ciro Salvo a Piazza Sannazaro. Ci sarebbe da spaventarsi ma basta guardare il prezzo di un menu degustazione di Palazzo Petrucci, 90 €, per rassicurarsi. Egualmente, una pizza margherita da 50 Kalò viene via a 6,50 €.

Lino Scarallo
Lino Scarallo Edoardo Trotta Michele Leo

La ricchezza è nella bontà delle preparazioni. E lo ha ribadito la presentazione al Malandrino di Palazzo Petrucci. Ormai diventata sede di tanti appuntamenti gastronomici come la nostra finale di Mozzarella Championship.

tortano soffiato

È qui che tra un panino con salsicce e peperoni e un tortano soffiato (anticipazioni del nuovo progetto di Lino Scarallo e Michele Leo) che il cartellone del Monopoly Napoli è stato mostrato.

Il chi è (e anche dove) del cibo

pizza Nonna Carolina

In via dei Tribunali, casella gialla per il Monopoly Napoli, ecco la pizzeria Sorbillo.

ragù tandem

In zona (rossa), Tandem il marchio del ragù partenopeo ha tre caselle: via Benedetto Croce, Piazza del Gesù e Piazzetta Nilo.

A via Toledo c’è la pasticceria di Marco Infante, mentre Porta Capuana sul Monopoly Napoli è segnalata dalla sfogliatella storica di Carraturo.

Monopoly Napoli a Palazzo Petrucci

Via Marina e Piazza Garibaldi, qui i vicoli dopo il Via del Monopoly Napoli, non sono piaciute a nessuno. Ma basta arrivare a via Brin per trovare Eccellenze Campane (disclaimer per i non napoletani, armatevi di mappa). E via a seguire Laura Bistrot a Pietro Colletta.

Ciro Amodio mozzarella

Salendo via Salvator Rosa dove c’è la new entry di Ciro Amodio. Bella scelta per il gruppo dei latticini che prende la casella di una strada atipica. Almeno per la classica nomenclatura conosciuta oltre Napoli. E sì che ha 60 botteghe di vicinato da via Toledo al Vomero, a Chiaia e ai Quartieri Spagnoli.

pasta patate e provola Nennella
pasta patate e provola Umberto

Dove troviamo, in via Lungo Teatro Nuovo la trattoria Nennella, tempio della pasta patate e provola. La cui ricetta ritroverete in versione nobile sul tabellone del Monopoly Napoli anche a Chiaia da Umberto.

pizzeria Olio e Pomodoro
panino Puok Burger Store

E il Vomero? Il quartiere che deve il suo nome proprio al terreno e all’agricoltura è presente nel Monopoly Napoli con via Cilea. Accanto alla pizzeria Olio e Pomodoro di via Scarlatti che la precede geograficamente, un altro nuovo ingresso. È il Puok Burger Store di Egidio Cerrone, il rosso degli hamburger.

La casella della Terra è appannaggio di un altro nome noto del food e soprattutto delle pizzerie: il Mulino Caputo.

Le sviste toponomastiche

cravatte e vino
pizzeria Impasto 55 Napoli

Si torna sul mare di Napoli con il Monopoly e con Impasto 55, la nuova pizzeria di piazza Vittoria (anche se è segnato Lungomare) e sulla casella di piazza Vittoria c’è E. Marinella. La storica boutique di cravatte in realtà è alla Riviera di Chiaia. E voi direte, ma che c’entra con il cibo? C’entra, c’entra perché spesso Maurizio Marinella accosta la moda a manifestazioni di food. Gusto ed eleganza, dicono i napoletani, vanno a braccetto.

Edoardo Trotta Monopoly Napoli

Quindi, mettete da parte le sviste toponomastiche e procuratevi una scatola del Monopoly Napoli. La troverete in vendita da fine novembre nelle librerie Feltrinelli e nel circuito dei negozi Toy Center.




Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.

Tags:
Napoli