Tripadvisor ha lanciato la classifica dei 25 migliori ristoranti al mondo.

Dalla Cina agli Usa, passando per l’Europa, ecco che si incontrano tre italiani: Villa Crespi a Orta San Giulio che è all’8° posto, Lido ’84 a Gardone di Riviera è al 17° e Da Vittorio a Brusaporto al 22°. Non male, no?

Ma vediamo cosa si mangia in questi ristoranti.

Villa Crespi

Gruppo Relais & Chateaux, due stelle Michelin, a Villa Crespi c’è Antonino Cannavacciuolo in cucina. Ci siamo stati appena poche settimane fa ed è molto chiaro il motivo per cui è in cima a molte classifiche, inclusa quella di Tripadvisor.

Elegante e prorompente all’esterno, Villa Crespi propone eleganti sale interne. Massimo Raugi, già conosciuto al Combal Zero fa accomodare su tavoli elegantissimi. Si sceglie tra due menù degustazione (oltre alla carta): Carpe Diem a 150 € e Itinerario dal Sud al Nord Italia a 180 €. E poi ci sono i vini, d’alto livello. I piatti sono goduriosi e riusciti.

Per un regalo perfetto, scegliete anche di soggiornare: anche la camera classic, qui a Villa Crespi, è stupenda. Immaginate le suite.

Villa CrespiVia Giuseppe Fava 18, Orta San Giulio (NO). Tel +39 0322 911902.

2. Lido ’84

Due i menù degustazione in questo ristorante sul mare e con una stella Michelin – ai cui fornelli c’è Riccardo Camanini, bergamasco, classe 1973 – che propone anche una grande carta dei dolci, che sono più dei secondi, tanto per fare un esempio. Il primo è quello dei classici, con sei portate che rappresentano in toto la cucina: tartare di seppia con burro di anguilla affumicato e crema di topinambur; spaghettino unto in rosso, concentrato di pomodoro e soffritto; risotto giallo al mare con cozze sottaceto, pescato del giorno arrosto, broccolo fiolaro di Creazzo, sesamo, acciughe; guancia di manzo brasata alla diavola con purea di patate rattes; torta di rose cotta al momento, zabaione al Vov, limoni del Garda. Il tutto al costo di 75€.

(ph. Lido Vannucchi)

Il menù di sette portate, invece, è a 85 €: si tratta di “portate inedite, a fantasia degli chef e a mente libera dei nostri ospiti, un percorso per il quale
con garbo richiediamo curiosità, un percorso di Oscillazione tra gusti netti e contrasti affascinanti”, spiegano dal locale.

Piatto speciale, i rigatoni cacio e pepe in vescica di maiale, che preparano almeno per due persone (15€ a commensale). Interessantissima la carta, che mette seriamente in difficoltà chiunque si appresti a una scelta.

Lido ’84. Corso Zanardelli 196, Gardone Riviera. Tel. +39 0365 20019.

3. Da Vittorio

A Brusaporto, in una bella villa sulle colline bergamasche (a dieci minuti da Bergamo, per l’appunto), ecco uno dei ristoranti con tre stelle Michelin. Agli ispettori della guida rossa è piaciuta la laboriosità familiare dei Cerea e l’essere elegante ma non ingessata della struttura, che è sontuosa ma non fredda. Insomma: l’accoglienza è calda, i piatti pur essendo tecnici ed elaborati regalano sapori pieni. Grande selezione di materie prime – scampi di Mazara del Vallo, carni piemontesi, funghi locali, tartufi d’Alba sono solo alcuni esempi – e impiattamenti scenici contribuiscono a rendere pazzesco questo ristorante. E noi siamo pienamente d’accordo con loro.

Si legge sul sito del ristorante: “Il concetto ‘Tradizione lombarda e genio creativo‘ ben rappresenta il filo conduttore dei menù che i fratelli Cerea aggiornano e rivoluzionano insieme al divenire del mercato e delle stagioni”.

Per chi lavora in zona, c’è il business lunch a 80 €, inclusi i paccheri alla Vittorio che rappresentano uno dei piatti storici del ristorante. A 320 € c’è un menù di otto portate dedicato agli amanti del tartufo e a 190 € uno a base di pesci e crostacei secondo gli arrivi del giorno. La carta potete leggerla qui.

I dolci sono la passione di Enrico Cerea (qui la carta dei dessert) fin da bambino: motivo per cui qui il livello è altissimo. Completano il tutto una cantina ricca e dalle selezionate etichette e un american bar. Infine, anche questa è una struttura Relais & Chateaux, dove si può anche dormire sonni tranquillissimi e di lusso.

Da Vittorio. Via Cantalupa 17, Brusaporto (BG). Tel. + 39 035 681024.