Fotografare il cibo: 5 trucchi low-cost per preparare il set migliore

come fotografare il cibo con il cellulare

Per fotografare bene il cibo è possibile seguire corsi, ma occorre soprattutto esercitarsi e avere una buona attrezzatura. Oltre a conoscere i trucchi per migliorare una fotografia anche se scattata amatorialmente o con uno smartphone.

Il cibo è il protagonista, quindi non sperate di far uscire una bella foto da un piatto brutto.

Parliamo pur sempre di trucchi e non di miracoli.

1. Come creare uno sfondo

Sembrerà banale, ma “creare” uno sfondo migliora le foto ed è economico. Particolarmente utile quando non si hanno muri liberi o c’è poco spazio, questo trucchetto è adatto sia per i grandi piatti che per i piccoli cibi: basterà unire con delle fascette due cartoni molto spessi (vanno bene anche quelli che si trovano fuori dai supermercati o, in alternativa, quelli delle scarpe) e, una volta che saranno posizionati a 90°, come a formare un angolo retto, attaccare con del nastro adesivo lo “sfondo” che desiderate.

2. Il polistirolo dà luce

Anziché buttarlo quando vi arrivano pacchi di acquisti online, riutilizzatelo: il polistirolo può essere infatti un grande alleato delle fotografie. Questo trucco è in realtà una variante del primo consiglio, ma è ancora più semplice da utilizzare: basta attaccare due pannelli o posizionarli molto vicini. Il bianco farà da fonte luminosa e anche i vostri scatti ne beneficeranno, risultando più chiari. Può essere anche utilizzato più volte, basta non farlo impolverare.

3. Realizzare una Light Box

materiali per una light box

Un fai-da-te riciclabile. Dovrete liberare un po’ dell’artista che c’è in voi, ma se ben eseguito è un trucco che può dare molte soddisfazioni.

Ecco l’occorrente: scatolone (possibilmente di 30x30x26 cm o simili), nastro adesivo, taglierino, fogli di carta per manifesti, carta velina bianca, righello e matita.

come creare un light box

Creare la scatola, come vedete, non è difficile: basta prendere le giuste misure armandosi di un righello e ritagliare un quadrato su ciascuno dei tre lati (non rimuovere la base e lo sfondo) della scatola aiutandosi col taglierino e completando eventualmente con un paio di forbici. “Tappate” i tre quadrati con i fogli di carta velina e fissate col nastro adesivo. Un’accortezza: per regolare la quantità di luce diffusa all’interno della scatola basterà utilizzare più o meno strati di carta velina. Infine utilizzate un foglio di carta per ricreare uno sfondo, come spiegato nel primo trucco. Lasciare il foglio leggermente curvato per non avere pieghe indesiderate.

4. Prendere confidenza con la retroilluminazione

I fotografi e i più pratici la conoscono col suo termine inglese “backlighting“. I pro: facile da replicare in moltissimi luoghi. Contro: occorre fare un po’ di esercizio; fuori deve esserci la luce, possibilmente che sia buona, perciò è utilizzabile sono di giorno.

Occorrono una o più finestre (da cui entra la luce), un riflettore (come una lampada da tavolo) e un angolo giusto. Il piatto deve essere posizionato su una superficie davanti alla finestra: voi lo fotograferete mettendovi sul lato opposto, quindi regolatevi sul miglior lato del vostro soggetto. La luce dovrà arrivare da dietro il piatto. Il riflettore servirà per eliminare le ombre sulla parte anteriore del soggetto.

5. Lo sfondo è il wallpaper del computer portatile

fotografare il cibo

Un trucco semplice e artistico che consente di dare colore o fornire contesto a un piatto. Per cercare un wallpaper, che sarà il vostro sfondo, andate su un qualsiasi motore di ricerca e cercare tra le immagini quella che desiderate. Anche la qualità dovrà essere ottima. Con dei libri ricreate una superficie piana su cui poggiare il piatto o il cibo. Tastiera e bordo dello schermo inferiori non dovranno vedersi nella foto, perciò regolatevi con libri più o meno alti. A questo punto appoggiate un foglio di carta bianco da un lato e utilizzate una lampada da tavolo come riflettore. Il gioco è fatto.

Ora aspetto solo di sapere quando vi cimenterete nell’opera. E, soprattutto, quale sarà il risultato (altrimenti rischiate di vedere le vostre foto su Colazioni Bulgare).

[Link e immagini: FStoppers.comIn Simone’s KitchenMaelingDesigns, BlogLovin.com, Welke.nl]



Un commento su “Fotografare il cibo: 5 trucchi low-cost per preparare il set migliore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.