Donatella Arpaia

La conoscete tutti Donatella Arpaia, vero? Il giudice di Iron Chef, nonché ristoratrice molto seguita a New York grazie al ristorante greco Kefi e alla pizzeria napoletana Prova (nata dopo la chiusura di Donatella con il forno a tessere dorate), è originaria dell’Italia come lei stessa sottolinea.

Tra le sue molteplici attività legate al cibo, condurrà due tour gastronomici da sogno in Puglia a giugno in collaborazione con l’agenzia di viaggi specializzata Souther Vision.

Lo annuncia il Daily Meal avvertendo che i posti sono limitati e probabilmente fuori dalle disponibilità economiche di molti appassionati di cibo italiano. I fortunati partecipanti vivranno una settimana intensa in Puglia tra lezioni, pranzi nella casa avita della Donatella, visite e assaggi di olio e di vino.

Un condensato di bontà italiana che il giornale newyorkese ha pensato di condire con 10 assaggi del migliore cibo italiano in slideshow.

Tenetevi forte che in vista dell’Expo è più di una guida ai fortunati partecipanti del tour pugliese. E voi potreste metterci del vostro nel caso la top ten vi risultasse indigesta.

1. Pizza a Napoli

pizza Margherita da Michele

Donatella Arpaia, come detto, a New York è sotto i riflettori per la nuova pizzeria Prova con il pizzaiolo Pasquale Cozzolino, l’immancabile forno di Stefano Ferrara e la pizza Unica. Il Daily Meal non ha dubbi, un viaggio a Napoli non sarebbe completo senza assaggiare una pizza “very” napoletana. Il posto migliore dove farlo è Da Michele. Se avete dubbi, soffermatevi sull’invito ad ordinare una margherita o qualcosa di più fantasioso. Cioè, una marinara?

2. Zabaione a Torino

al Bicerin Torino

Più del caffè, anche se non è un semplice caffè, al Bicerin consigliano di andare per la coppa di zabaione con savoiardi che è declinata in tante versioni: classica al marsala o aromatizzata al moscato, al limone, al Passito di Caluso, al ratafià, al cassis, al Barolo Chinato o al caffè. Una sosta al Bicerin è obbligatoria per chiunque abbia la passione per i dolci.

3. Salumi a Parma

prosciutto di parma

I Tri Siocchètt è una pittoresca osteria che serve i migliori salumi della zona a partire da un classico prosciutto di Parma per finire a una rustica bresaola (?!). Il paradiso dei carnivori, annotano Oltreoceano mentre qui cerchiamo di far collimare “pittoresco” con “tipico del luogo”. E soprattutto farci una ragione del nostro limitarci alla Top 15 alla sola città.

4. Gelato a Roma

gelateria frigidarium

Assaggi (quasi) tutta la Roma del gelato convinto come sei insieme ad altri tuoi simili che la classifica finale, checché pomposamente detta definitiva, abbia un minimo di rispetto della realtà obiettiva. Poi arrivano da New York a dirti che l’Italia è fortissima con il gelato (bene) e che bisogna andare a Roma per gustare il migliore (benissimo) puntando diritti diritti alla gelateria Frigidarium e così ti accorgi che nella tua Ice Cream Road Map hai saltato er mejo de Roma. Cose che capitano.

5. Risotto a Milano

risotto abele temperanza

Alla voce risotto milanese, e più in generale piatti della tradizione meneghina, sono stati consumati efferati delitti di cui siamo stati in parte complici. Non sappiamo se consolarci o preoccuparci della scelta della Trattoria Da Abele Temperanza che è una gemma nascosta dove assaggiare il risotto tradizionale o quelli che girano a rotazione per un totale, si dice, di circa 600 varianti. 

6. Carpaccio a Venezia

Harry's bar carpaccio e Bellini

Non poteva mancare la città lagunare e l’Harry’s Bar dove si va per assaggiare il carpaccio di manzo e un po’ di autentico lusso italiano come è orchestrato da Giuseppe Cipriani. Ci potremmo aggiungere anche un Bellini mentre pensiamo ad alcune star come Ernest Hemingway, Orson Weles, e Truman Capote che lo hanno frequentato.

7. Arancini a Palermo

arancini focacceria San Francesco

Street food a Palermo. Binomio imprescindibile. Si gioca sul prevedibile con l’Antica Focacceria San Francesco e le sue palle di riso fritto riempite con ragù e piselli. Sono l’arma di convinzione di massa per un felice ritorno in Italia da programmare subito ancor prima di aver dato l’ultimo morso.

8. Tortellini a Bologna

trattoria dal Biassanot Bologna

I tortellini sono un altro dei piatti da mettere nel mirino degli appassionati di cibo italiano. Se avevate idea che i must a stelle e strisce fossero gli spaghetti alla bolognese o con le polpette potete rincuorarvi. Si parla del tortellino come dell’ombelico della dea Venere e il consiglio è andare alla Trattoria dal Biassanot che ne fa di divini. Anche in questo caso eravamo convinti di avere gli indirizzi migliori di Bologna, ma di fronte al Daily Meal ci arrendiamo.

9. Ravioli a Firenze

fiat 500 antica

A Firenze voi andreste per assaggiare il lampredotto, la ribollita, una chianina. Agli appassionati americani il consiglio è di assaggiare i ravioli o, meglio, i  fiocchetti di pere in salsa di taleggio e asparagi, un piatto che esce dagli schemi tradizionali come spiegano dal sito della Trattoria 4 Leoni, che dal 1995 è ospitata negli stessi locali di una fiaschetteria. Sostanziose porzioni e la bellezza di piazza della Passera unite a una presentazione vintage sul sito che sbandiera una vecchia Fiat 500 non lascerebbero indifferente nemmeno un turista italiano.

10. Cannoli a Catania

cannoli Donatella Arpaia

Ci sarà un’insurrezione nazionale per la Sicilia che entra due volte nella classifica Top Ten of Dreams ma lo fa a buon diritto con i cannoli della Pasticceria Savia per noi al posto n° 4 della classifica dei migliori 30 indirizzi dove gustare un classico della pasticceria italiana.

chef Rotondo Sabatelli Cicorella Savino

Ecco, la classifica dei sogni è questa. Curiosamente manca un ristorante in Puglia anche se il tour dei sogni promette incontri con gli chef di Bari. Saranno tra quelli della guida top e pop che tanto fa discutere dalle parti del “Tacco d’Italia”?