pizza wurstel patatine pomodoro

Togliere la pizza würstel e patatine dai menu delle pizzerie?

Gino Sorbillo no pizza wurstel patatine

Tanto amata dai bambini (e non solo) quanto detestata dai pizzaioli che hanno provato a metterla al bando perché sinonimo di pizza spazzatura guidati da Gino Sorbillo.

Luigi Cippitelli

Luigi Cippitelli, titolare della pizzeria Voglia di Pizza a San Giuseppe Vesuviano, ha deciso di proporre questa pizza con una scelta legata alla qualità, alla trasparenza e alla certificazione.

pizza wurstel con patatine

 “E’ vero che la Pizza Würstel e Patatine non è una pizza della tradizione ma è anche vero è che ormai, è una pizza molto richiesta, soprattutto dai bambini: il punto è che ciò che si trova in giro è di una qualità a dir poco discutibile e su questo concordo sulla protesta di alcuni colleghi.”

wurstel Frankfurter Fratelli Corrà

Luigi Cippitelli usa un würstel “Frankfurter” della Fratelli Corrà ottenuti dalla spalla di suini allevati in Trentino con mangimi certificati e non geneticamente modificati, senza additivi e conservanti. Le patate sono quelle di Avezzano coltivate nella piana del Fucino, nel rispetto delle tradizioni e dell’ambiente.

[related_posts]

Una pizza adatta anche ad un pubblico adulto che nel menù di Luigi trova le pizze della tradizione e pizze più ricercate, tutte condite con prodotti di eccellenza e presidi Slow Food (Luigi è cuoco dell’Alleanza Slow Food), con prezzi che vanno dai 3,50 ai 9 €.

L’impasto è realizzato con blend di farine della Mulino Caputo a lunga lievitazione per favorire una ottima digeribilità che il mio stomaco vi può garantire.

margherita pizza marinara pizza montanara fritta e forno vesuviana

Molto buone Margherita e Marinara (con aglio rosso di Nubia), come la montanara fritta e al forno vesuviana.

pizza Suprema pizza tonnetto del mediterraneo

Io vi consiglio anche la pizza  Suprema, con pomodorini, mortadella e pistacchi interi e la Tonnetto del Mediterraneo realizzata con Tonno Rosso Colimena.

Tutte le pizze sono condite con olio extravergine biologico di oliva del Parco Nazionale del Vesuvio della tenuta Villa Dora.

pizzeria Cippitelli

“ Io ho sempre pensato ai miei clienti, in particolare ai bambini e al loro approccio con il cibo, diverso rispetto a quello degli adulti e soprattutto all’influenza che i nostri figli hanno subìto da anni di marketing delle multinazionali”, conclude presentandomi la pizza würstel e patatine.

pizza wurstel e patatine

La mangio e sono sicuro che non è scandalosa. Ma aspetto con serenità il vostro giudizio: dentro o fuori dal menu, la pizza würstel e patatine?

Voglia di Pizza. Via Astalonga, 38. San Giuseppe Vesuviano (Napoli). Tel. +39 081 529 5302

[Enrico Di Roberti]

Storie di pizza e di pizzaioli

pizza computer

  1. Napoli. La pizzeria Carmnella è senza vergogna cioè “senza scuorno”
  2. La pizza vegana di Salvatore Lionello ti fa andare in Paradise
  3. Il futuro della pizza lo vedo nero, ma divertente
  4. Fiocco, cioè la ricetta per portare il gateau di patate sulla pizza
  5. Da Michele che ascolta l’impasto della pizza e ama il Cilento

17 Commenti

  1. Se il risultato finale è di qualità che ognuno mangi quello che vuole. Preferisco vengano bandite tante pizze “della tradizione” immangiabili perché fatte con ingredienti scadenti o con un impasto che digerisci dopo una settimana.

  2. Non ne posso più del gastrofighettismo
    …dei pizzaioli.
    .
    Non ne posso più della RETORICA
    intorno alla semplice popolare
    PIZZA NAPOLETANA CLASSICA
    .
    E poi le avete contate le contraddizioni?
    .
    L’aglio mi piace.
    Ma non c’è bisogno di marchi registrati per una…pizza.
    .
    E poi ognuno mangi come gli pare.
    Con le patatine e wurstel.
    E specialmente i bambini.
    .
    Non dimenticando che è l’IMPASTO
    il componente principale della
    pizza alla napoletana,
    ( cornicione e fondo).
    Spesso il CONDIMENTO va a coprire
    impasti con difetti.
    .
    Una volta staccato il cornicione
    (da molti lasciato nel piatto
    perché non ottimo)
    cos’è una pizza napoletana?
    Cosa diventa?
    PS
    un caro saluto a Maddalena
    e agli amici indimenticabili
    di Zêna.

    • Contraccambio carissimo, un abbraccio forte! Mi piacerebbe rileggere anche Nome e Laura, ma pare che sia di qua che di là siano scomparsi.

  3. Si torni a mangiare invece che giocare con il cibo.

    Basta con questi chef della malora che servono aria fritta a prezzi indegni.

    Non ve lo diceva mai la mamma di non giocare con il cibo?

  4. D’accordo con chi scriveva che tra questa pizza e una “tradizionale” ma con ingredienti scadenti e molto meglio questa. E la parte fondamentale per me resta la base, poi viene il condimento.
    Mi piacerebbe poteste vedere le pizze in giro fuori dall’Italia come qui in australia…cioè quello che loro mangiano comunemente come pizza.

  5. Bello partire citando una campagna di cui non si svela il reale ideatore, utilizzando la foto di Sorbillo per attirare lettori, il quale non è ancora nemmeno partito con questa campagna, per poi arrivare a parlare di un pizzaiolo con cui si è molto amici, vero Di Roberti? Ma la coerenza dove sta? Mah…

  6. Il CORNICIONE……………..
    .
    Riprendo il commento di Rasputin.
    .
    Il cornicione, insieme alla morbidezza dell’impasto
    (si deve chiudere “a libretto” senza spezzarsi)
    è la caratteristica principale della Pizza Napoletana Classica
    .
    Se non si parte da questo PUNTO e si parte, ad esempio,
    dal CONDIMENTO, il discorso sulla pizza napoletana,
    ed anche l’analisi-valutazione sensoriale,
    può portare a percorsi e conclusioni diverse.
    .
    Ebbene, il cornicione può dirci tutto o quasi tutto di una pizza napoletana.
    Tanto è importante, nella Pizza napoletana classica.
    .
    Ma se la maggioranza degli italiani lo lascia nel piatto
    dovremmo cercare di capire perché.
    .
    Che rimane di una pizza a cui è stato tolto il cornicione?
    .
    E’ ancora una pizza alla napoletana?
    .
    Voi sapete che nell’altro STILE di Pizza, molto diffuso in tutte le regioni italiane,
    il cornicione o è assente(pizza sottile e croccate alla barese, ad esempio)
    o è appena accennato e, comunque, sempre poco pronunciato.
    Fu una delle strategie che i pizzaioli elaborarono, in tutta Italia, per accontentare i delusi della napoletana.
    Insieme alla sottigliezza e croccantezza, l’altra caratteristica di questa tipologia di pizza.
    .
    Cioè proprio il contrario della pizza napoletana classica.
    .
    Allora che senso ha ordinare una pizza napoletana e poi scartare il cornicione?

    • Sig. Daniele, Premesso che il link al gruppo Facebook c’è SEMPRE stato. Da Cippitelli vado perché fa un’ottima pizza e ho SEMPRE pagato…. Dov’è sarebbe la non coerenza? Ho tanti amici pizzaioli…. Non dovrei mai parlare di loro? E poi la discussione sulla pizza con wurstel e patatine è una cosa di cui si parla da sempre su Facebook e non a partire dalla foto dell’amico Gino Sorbillo, di cui sposo la campagna. Ma quando un prodotto è buono se ne deve parlare senza preconcetti.

  7. Sinceramente non ho capito bene la polemica innescata da Daniele ed i successivi sviluppi.
    Ma può darsi che, in questo caso, abbia io le capacità di comprensione del testo un po’ annebbiate.
    .
    Su Sorbillo, comunque, dico una mia opinione.
    l
    E’ stato fortissimo il supporto mediatico dato da Scatti di Gusto a Sorbillo in questi ultimi anni? (v conclusione)
    .
    Sorbillo era già stato scelto dai media per le sue doti mediatiche.
    La sua lunga esposizione mediatica è stata la sua leva principale verso il successo che lo ha trasformato in pochissimi anni(non in dieci anni) in un pizzaiolo miliardario che apre una pizzeria al mese.
    .
    Ripeto più che la bravura nel far le pizze il successo deriva dalle ABILITA’ MEDIATICHE E DALLA LUNGA ESPOSIZIONE MEDIATICA.
    .
    D’altronde moltissime storie hanno le stesse caratteristiche.
    .
    Ora, Scatti di Gusto ha contribuito sotto questo aspetto al successo di Gino Sorbillo?(era la domanda iniziale)
    .
    Non so dire di quanto, ma sicuramente si.
    Una riprova è che altri blog attaccano spesso SdG proprio su Sorbillo.
    Spesso lo fanno in modo non esplicito ma chi segue con attenzione i blog lo capisce.
    .
    PS
    Attenzione, il successo di Sorbillo non è un successo che coinvolge emotivamente tutta Napoli, come fu per Diego Maradona.
    Sorbillo ha i suoi fan, in Napoli.
    Ma c’è anche chi lo snobba e ne mette in evidenza la furbizia mediatica.

  8. La campagna vede il signor Sorbillo come testimonial ma come ben saprà è stata lanciata e credo ideata da un’azienda…ma evidentemente sono dettagli di poco conto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui