pizza carbonara

Sia messo agli atti. Roma non è solo carbonara e cacio e pepe. Anche se entrambe diventano gli ingredienti di un altro piatto che sta sbancando in città.

Parliamo della pizza che, prego segnare con l’evidenziatore, non è soltanto una prerogativa di Napoli e dintorni. Roma esiste ed è protagonista della pizza a modo suo.

Mulino Caputo

Un altro cibo è possibile, un’altra pizza è possibile. Con questa convinzione, andiamo alla ricerca delle migliori pizze in Italia per costruire la Coppa dei Campioni dei pizzaioli e delle pizze.

Seguiteci perché ne mangerete di belle e di buone con Scatti di Gusto.

Partiamo da Roma e dalle sua imbarazzante scelta tra pizze tonde, in teglie e alla pala.

Roma è una delle capitali della pizza e raccapezzarsi nella marea di indirizzi non è semplice, ma noi abbiamo messo in fila le sue 35 migliori pizzerie.

1. La Gatta Mangiona

pizza capricciosa Gatta MangionaGiancarlo Casa e Davide Bisetto

Nome noto a tutti gli pizzalovers della Capitale, quello de La Gatta Mangiona è una sicurezza. Pizza tonda che ricorda quella napoletana ma che Giancarlo Casa, maestro pizzaiolo, ha saputo avvicinare al gusto dei romani che la preferiscono più croccante. Una delle prime pizzerie che a Roma ha unito la materia prima di qualità al più noto pasto popolare. Oltre i condimenti  con cui copre le sue pizze, La Gatta Mangiona vanta una carta con circa 200 etichette di vini, 60 di birre e 30 tipi di pizza e si sbizzarrisce in audaci accostamenti come la pizza con raclette, patate e verza al forno a legna, lardo picato e salsa carbonara da accompagnare a un calice di Chamapagne Krug Grand Cuveè.

La Gatta MangionaVia Federico Ozanam, 30/32. Roma. Tel. +39 06 534 6702

2. Pizzarium

pizza al taglio PizzariumGabriele Bonci

Secondo posto dove mangiare la pizza migliore nel mondo (a quanto dice Daniel Young), Pizzarium è il regno di Gabriele Bonci e i suoi sudditi sono gli impasti e le teglie dove cuoce le sue pizze rettangolari. Coperte di ingredienti che seguono le stagioni le pizze di Bonci sono al secondo posto per noi di Scatti di Gusto che è in realtà il primo a Roma per le pizze al taglio.

Pizzarium. Via della Meloria, 43. Roma. Tel. +39 06 3974 5416

3. Sforno

fetta pizza cacio e pepeStefano Callegari

Di nuovo una tonda sul podio, è la pizza di Sforno firmata Stefano Callegari. Una delle più amate anche dai partenopei in trasferta, che in fatto di pizza e di critica alla stessa non sono secondi a nessuno, ma che ha saputo conquistare il cuore dei romani con la più famosa delle offerte in carta, la Cacio e Pepe. Una captatio benevolentiae che ormai ha fatto storia.

Sforno. Via Statilio Ottato 110/116. Roma. Tel. +39 06 7154 6118

4. Trapizzino

trapizzinoStefano Callegari Trapizzino

Se nella forma è fuori concorso, è nella sostanza che conquista il posto. Si tratta del trapizzino, sempre a firma Stefano Callegari, il triangolo di pasta di pizza che ormai ha fatto il giro del mondo, con l’ultima apertura a Tokyo. La straordinaria invenzione di Callegari è il più pratico degli street food: una tasca di impasto di pizza da riempire con le più svariate farce, sempre in evoluzione.

Trapizzino. Via Giovanni Branca, 88. Roma. Tel. +39 06 43419624 

5. Rossopomodoro

pizza margherita Rossopomodoro MazziniAngelo Pezzella farina Caputo

Rossopomodoro è una realtà presente su tutto il territorio italiano e nel mondo (ultima sede in ordine di arrivo è quella di Bologna, con Davide Civitiello che ha stupito con la pizza napoletana contemporanea a base di farina Caputo Tipo 1) e che possiamo definire, ambasciatrice della pizza napoletana nel mondo. La rivoluzione nella galassia Rossopomodoro è iniziata con i tre LAB. Uno di questi è quello di Roma Mazzini guidato dal pizzaiolo Angelo Pezzella (gli altri due sono Napoli Partenope e Milano Sabotino con un altro nome illustre, Vincenzo Capuano) che si diverte a mescolare Roma e Napoli con le immagini delle sue pizze davanti ai monumenti della città eterna. Fedele alla tradizione partenopea, la pizza che dovete assaggiare è la Verace nel nuovo giardino d’estate.

Rossopomodoro. Piazza Montegrappa, 1 (Viale Mazzini). Roma. Tel. +39 0690203637

6. Sbanco

pizza Testa Rossa

Ritroviamo gli impasti di Stefano Callegari, che in società con Roberto Campari (Birrificio del Ducato) e Marco Pucciotti (già Epiro, The Italian Job, BarleyWine e tanto altro) hanno dato vita a Sbanco. Pizza tonda, impasto leggero e cornicione puntellato di nero per la cottura estrema. Un successo sin dall’apertura e noi avevamo già trovato 10 motivi per andarci con la pizza Testa Rossa in pole position per l’assaggio.

Sbanco. Via Siria, 1. Roma. Tel. +39 06.789318

7. In Fucina

in fucina pizza

Edoardo Papa fa di un disco di pasta il veicolo per trasportare eccellenze, gastronomiche s’intende. È una pizza tonda, equidistante – nella consistenza e nella cottura – dalla tradizione romana (che la vuole croccante e ben cotta) e napoletana (che la vuole soffice e chiara). E gli accostamenti tanto azzardati quanto riusciti sono quelli con il pesce come la pizza mazzancolle di paranza, lardo di maiale nero dei Nebrodi e riduzione di Etna Rosso oppure calamaretti marinati in olio e limone con burrata e gocce di aceto balsamico.

In Fucina. Via Giuseppe Lunati, 25. Roma. Tel. +39 06 559 3368

8. Tonda

pizza natalizia Tonda

Il forno è di Stefano Ferrara, la mano è sempre di Stefano Callegari che imperversa nelle classifiche cittadine per aver dato un giusto grado di riconoscibilità ad ognuna delle sue pizze e pizzerie. Quella di Tonda è la più napoletana del gruppo. Una buona Margherita vi riconcilierà con il mondo e potete farla precedere da un trapizzino che raddoppia il valore perché lo mangiate seduti al tavolo. Da Tonda si va alle feste comandate e soprattutto nel periodo natalizio per assaggiare la special con finanche il panettone in farcitura. Ed ora che siamo in estate, spazio al dehors.

Tonda. Via Valle Corteno, 31. Roma. Tel. +39 06 818 0960

9. Angelo e Simonetta

pizza Angelo e Simonetta

La pizza al taglio in questo angolo della Nomentana è una religione grazie all’attività pioneristica di Angelo Iezzi cui tutti i pizza a taglio che si elevano dalla massa delle basi congelate devono un tributo. Impasti a lunghissima lievitazione con punte da 96 ore e la certezza matematica di un trancio ad altissima digeribilità. Oltre alla basica con pomodoro, date un’occhiata alla piccantella con pomodorini e alle immancabili focacce. Accanto all’asporto c’è anche il locale dal terrificante nome di Aperipizza che è però ottima base per abbinare le pizze con una bollicina.

Angelo e Simonetta. Via Nomentana, 581

10. Gazometro 38

pizza guanciale pecorino

In via del Gazometro, numero 38, ci sono le pizze di Daniele Seu. Dichiaratamente di ispirazione partenopea, la pizza del giovane Seu ha un impasto soffice e ben alveolato ed è cotta nel forno a gas a dimostrazione che è possibile fare bene anche senza legna. Estimatore di Ciro Salvo e Franco Pepe, con i condimenti si diverte a unire le eccellenze del nostro bel paese come nella pizza Roma vs Bari con mozzarella di bufala, cime di rapa, coppa e zeste di arancia. O la Gricia aromatica.

Gazometro 38. Via del Gazometro, 38. Roma. Tel. +39 06 5730 2106

11. Pizzeria da Sancho

pizza Sancho Fiumicino

La scuola bonciana ha fatto bene a Roma e alle pizzerie, ma qui parliamo di un antesignano della pizza per palati fini che ha iniziato l’attività in quel di Fiumicino (ci perdonerete l’escursione in altro comune) quasi 50 anni fa (anzi, stiamo aspettando con impazienza le nozze d’oro con il gusto) e la continua a suon di specialità che hanno attratto estimatori stellati come Gianfranco Pascucci e Lele Usai. Una contaminazione che ha fatto bene alle pizze. La farcitura è realizzata spesso e volentieri con ingredienti locali (d’estate i pomodori sono di Maccarese e i pinoli sono di Fregene). Non potete resistere alla amatriciana e alle diverse declinazioni stagionali.

Pizzeria da Sancho. Via della Torre Clementina, 142. Fiumicino (Roma). Tel. +39 338 893 1807

12. Pane e Tempesta

pizza pane e tempesta

La pizza alla pala di Fabrizio Franco si sta imponendo all’attenzione di Roma per la cura dell’impasto ottenuto con la miscelazione di diverse farine e una lunga lievitazione. Pizza scrocchiarella come piace ai romani e farciture di qualità che non escludono una bella e semplice rossa con il pomodoro. In più, la disponibilità del pane.

Pane e Tempesta. Via Giovanni De Calvi, 23. Roma. Tel. +39 06 8772 5015

13. Pommidoro

pizza al taglio Pommidoro

Mirko Rizzo matura la sue esperienza in tema di panificazione con l’aiuto e i consigli di Gabriele Bonci, e quando si sente pronto apre il suo Pommidoro nel quartiere Centocelle. Pizza al taglio che si riconosce per l’idratazione dell’impasto e la qualità degli ingredienti utilizzati. Una base croccante da cui si alza una pasta soffice e gonfia.

Pommidoro. Via delle Acacie, 1/A. Roma. Tel. +39 391 169 1322

14. Romeo Chef&Baker

pizza Romeo Chef&Baker

Pizza alla pala, scrocchiarella al punto giusto e focaccia (che con la mortazza di qualità del banco è un delirio). E ricca, di condimenti e di sapori. È la pizza di Romeo Chef&Baker che richiama la linea contemporanea che domina il design del locale: il forno e la panificazione si fondono con la ricerca delle materie prime di qualità. E il guizzo della chef stellata Cristina Bowerman è il collante di questa realtà.

Romeo Chef&Baker. Via Silla, 26/A. Roma. Tel. +39 06 3211 0120

15. Antico Forno Roscioli

pizza_rossa

La famiglia Roscioli a Roma non ha bisogno di presentazioni. E così la loro pizza. La più tradizionale delle pizze alla pala e forse la più rinomata della città. La pizza rossa, sottilissima e croccante condita con pomodoro pelato crudo, origano e sale è un pezzo di storia di Roma.

Antico Forno Roscioli. Via dei Chiavari, 34. Roma. Tel.+39 06 686 4045

16. Emma

pizza emma roma

Pizza tonda romana che più romana non si può. Un disco di pasta sottile e croccante, ma sapido e non troppo cotto sostiene ingredienti selezionati  con cura.

Emma. Via del Monte della Farina, 28. Roma. Tel. +39 06 6476 0475 

17. Alice

alice pizza

Franchising che ha conquistato Roma, Alice Pizza nasce nel 1990 dall’idea imprenditoriale di Domenico Giovannini. Da allora l’azienda si è espansa fino a diventare vero e proprio marchio registrato. Ma, grazie alla costante ricerca di Domenico sulle tecniche di produzione, Alice non ha mai perso la sua identità: pizza in teglia, non troppo alta. Soffice alla masticazione ma sostenuta da una base croccante.

Alice Pizza. Via delle Grazie, 7/9. Roma. Tel. +39 06 687 5746 (e tanti altri punti vendita)

18. Farro Zero

farro-zero

Ancora ispirazione bonciana per una pizzeria interamente votata agli impasti con farine alternative e interpretazioni che vanno dalla pala scrocchiarella ai “fazzoletti” ripieni.

Farro Zero. Via Alfonso Rendano, 31. Roma. Tel. +39 06 8639 8741

19. Moma Pizzeria Romana

fetta pizza margherita

Gastone Pierini ha messo a punto la ricetta di una pizza che in zona Tuscolana deve confrontarsi con la superstar Sforno di Stefano Callegari. La via scelta è quella di una pizza più scrocchiarella che nella farcitura trova un buon punto di equilibrio. Tra le ultime nate, la Rossano con mozzarella, caciocavallo semi stagionato, soppressata, pomodori secchi, scarola ripassata con olive taggiasche ed emulsione di finocchietto e capperi.

Moma. Via Calpurnio Fiamma, 40-44. Roma. Tel. +39 06 767 4717

20. Magnifica

pizza Margherita Magnifica

Maurizio Valentini ha una notevole esperienza nel settore pizza a taglio e nel cimentarsi in questa recente avventura della tonda al piatto ha portato le caratteristiche che piacciono ai romani. Il forno lavora a una temperatura più bassa di quelli napoletani e il risultato è il croc che piace a queste latitudini.

Magnifica. Via Ugo De Carolis, 72. Roma. Tel. +39 06 3545 2285

Le altre pizzerie

carbonara pizza

  1. Pizza Gegè.  Via Cassia, 927. Roma. Tel. +39 06 3036 2548
  2. Pro Loco Dol. Via Domenico Panaroli, 35. Roma. Tel. +39 06 2430 0765
  3. Bir & Fud. Via Benedetta, 23. Roma. Tel. +39 06 589 4016
  4. Life. Via Cassia. Roma. Tel. +39 06 6938 0948
  5. Don Vera Pizza. Via di S. Francesco a Ripa, 103 (Trastevere). Roma. Tel. +39 06 581 1796
  6. La Pratolina. Via degli Scipioni, 248. Roma. Tel. +39 06 3600 4409
  7. Splendor Parthenopes. Via Vittoria Colonna, 32. Roma. Tel. +39 06 683 3710
  8. Al Grottino. Via Orvieto, 6. Roma. Tel. +39 06 702 4440
  9. Il buchetto. Via Flaminia, 119. Roma. Tel. +39 06 320 1707
  10. Pizza del Teatro. Piazza di S. Simeone, 70. Roma
  11. Fermentum. Via Lemonia, 214. Roma. Tel. +39 06 8893 9709
  12. Pizzeria Ai Marmi. Viale di Trastevere, 53. Roma. Tel. +39 06 580 0919
  13. Fratelli La Bufala. Viale di Tor di Quinto, 35, 00191 Roma. Tel. +39 06 9727 364
  14. 72 ore. Viale Marco Fulvio Nobiliore, 88/96. Roma. Tel. +39 06 710 8768
  15. Pinsa e Buoi. Viale dello Scalo S. Lorenzo, 15/17. Roma. Tel. +39 06 445 6640

E ora tocca a voi. Suggerimenti? Indirizzi nascosti? Pizza del cuore della pancia?

[Immagini: Scatti di Gusto, Vincenzo Pagano, Luciano Furia, Francesca Spadaro]