Milano. So’riso Bistrot che vuol dire ottimo risotto e aperitivo di Davide Oldani

Tempo di lettura: 3 minuti

marco-giarratana-chef-e-autore

Data la mia recente difficoltà a far dialogare i due emisferi cerebrali, segno Corso Magenta 30 sul taccuino ma il mio cervello registra Corso Monforte 30, così mi eietto dalla metro San Babila di Milano, vago, arrivo e di fronte al 30 realizzo che, dannazione, era l’altro corso. Rischio di perdermi l’apertura di So’Riso, che avevamo annunciato, con tanto di indirizzo, tre mesi fa.

Così, in questo settembre dall’afa moschicida, mi fiondo come un camoscio sgambettante verso l’indirizzo giusto, quello che finisce per MagentaTrenta, sono in ritardo ma, paradosso dei paradossi, giungo puntuale perché la presentazione inizia alle 18, mezz’ora dopo l’orario prefissato. Fiuuu, respiro di sollievo che neanche una caramella balsamica mi concederebbe – e aguzzo i timpani.

valentina-scotti

So’Riso è il bistrot ideato e curato da Valentina Scotti, AD di Riso Scotti Danubio, società del gruppo di famiglia – siamo alla sesta generazione di risieri. Elegante e aggraziata, la Scotti affianca Davide Oldani, stretto nella sua camicia bianca sartoriale, chef ospite, e insieme presentano il concept su cui si fonda il locale.

cereali-antichi

Al centro della proposta ci sono i cereali antichi senza glutine declinati in diverse forme, dalla colazione all’aperitivo. Il motto è “il benessere che piace” perché, insomma, stare attenti a ciò che fa bene al proprio corpo non dev’essere per forza una mestizia palatale. Mi sembra giusto.

Il bistrot arriva a pochi mesi di distanza dal  flagship store di Riso Scotti in Paolo Sarpi al 58; e anche qui in corso Magenta sono in vendita prodotti derivati dal riso, oltre a prodotti da forno anche d’asporto.

Tre sale principali, legno, tavoli conviviali per assecondare la voglia di comunicare che sembra caratterizzare la nostra contemporaneità. Aperto dalle 7.30 alle 24, un menù à la carte con risotti mantecati, piatti unici, vellutate e insalate, bakery (anche gluten free), una carta dei cocktail che è – sulla carta, appunto – interessante.

soriso_scotti_1_speech

Si inizia, finalmente. Siamo tutti radunati in una piccola corte, la stampa sulla schiena della mia t-shirt mi sta facendo traspirare indefessamente. Devo reidratarmi, datemi un prosecco.

soriso_scotti_2_cialda

Oldani, che ha concepito e firmato l’aperitivo di So’Riso (tutte le sere dalle 18.30), spiega che le cialde che saranno servite di lì a poco sono ottenute con un macchinario in dotazione al locale che pressa il riso crudo con un po’ di zafferano e lo cuoce tramutandolo appunto in cialde. Che sono invero croccantissime: ne afferro una che mi danza davanti la barba trasportata su un vassoietto da un solerte cameriere – gorgonzola, caviale arancione e polvere di caffè – niente male.

Ne prendo un’altra con ricotta, uvetta e lime, la ficco subito in bocca e mentre mastico penso: No, La Foto!! Sconforto. Troppo tardi, sono un pessimo fotoreporter sopraffatto dalla mia indole suino-mangereccia, chiedo scusa a tutti. Ma posso dirvi che era troppo dolce per i miei gusti sapido-andanti.

soriso_scotti_3_cialda

Proseguo ad afferrare cialdine vaganti, cosa c’è qui? Ah, zucca e zenzero: semplice, senza troppe pretese.

soriso_scotti_4_risotto

Il pezzo forte però è il risotto. I camerieri tentano di destreggiarsi nello stretto corridoio braccati da colleghi a cui vedo fare bis & tris senza troppi scrupoli: Oh, Me Ne Lasciate Uno? Grazie, riesco a ghermire un piatto: cereale antico, pepe nero in grani, marsala e ovviamente il riso. Invero buonissimo e delicato, c’è un gioco di consistenze interessante, con cereale e pepe che conferiscono croccantezza, avvolta dalla mantecatura e dall’agrodolce del marsala. Il riso è cotto alla perfezione.

L’aperitivo volge al termine e, con esso, anche il tempo a mia disposizione, la mamma m’ha detto di tornare a casa presto.

Fate un salto da So’Riso per farvi un’idea in prima persona. E non sbagliate corso, mi raccomando.

So’Riso. Corso Magenta, 30. Milano. Tel. +39 0284578530.

[Testo: Marco Giarratana. Immagini: Marco Giarratana, Riso Scotti]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui