Napoli. L’Altro Coco Loco che stupisce per carne e prezzi del vino

Non vi dico niente di nuovo se annovero L’Altro Coco Loco tra i migliori ristoranti di pesce di Napoli (al momento non il migliore perché lo sapremo solo dagli Oscar della Ristorazione del Premio Mangia e Bevi domenica 8 ottobre).

Già lo sapete che sedervi alla tavola condotta da Diego Nuzzo, chef e anfitrione ma mi verrebbe voglia di dire oste raffinato, significa leggere una carta consolidata ricca di piatti intramontabili. Il pesce su tutto, crudo e cotto, che l’ottimo personale di sala puntualizza e specifica di continuo perché qui c’è il pescato e non sempre c’è tutto quello dichiarato (anche perché il ristorante di lunedì è pieno e quindi semplicemente finisce).

Un profluvio di cotti, dalle vongole ai micidiali cannolicchi e soprattutto la splendida Fritturina del Pescatore.

Pescate con soddisfazione dai crudi: ostriche Fines de claire, taratufi, scampi, gamberi, tartare di pesce bianco.

Addentratevi tra i piatti della tradizione: totani con patate e pizzico di paprika, baccalà fritto con friarielli.

Giocate di stagione con un’insalata di ovuli per rinfrescare e passare ad altro.

Ecco, appunto, quello che non vi aspettereste all’Altro Coco Loco: una bella costata di manzo Black Angus Black americano o australiano.

In questi giorni di assaggi di carne dalla Campania al Veneto, la tagliata di Diego Nuzzo si posiziona nella parte buona della classifica.

In realtà la scoperta è nata da un’altra considerazione che parimenti vi stupirà. A cercare nella cantina dell’Altro Coco Loco si fanno buoni affari come nel caso del Biondi Santi venduto a un prezzo nettamente inferiore rispetto ad altri ristoranti. Un faro che ha guidato il nostro commensale bevitore seriale ed esperto nella scelta e ha orientato anche la seconda parte del menu (perché insomma il buono lo metti sul buono, ma un Brunello di Montalcino di annata sul pesce forse non è indicato).

Va bene con la Genovese (già lo sapete che quella di Nuzzo manda in visibilio parecchi affezionati) utilizzata a mo’ di dessert.

Per la chiusura, i classici gelati di frutta.

E così toccherà segnare L’Altro Coco Loco anche alla voce ristoranti di carne. Per i prezzi dei vini, invece, andateci con un esperto!

PS. L’Altro Coco Loco ha aperto proprio di fronte alla sede una saletta privata con un tavolo centrale e la cucina ottimo per una tavolata in santa pace tra amici. Che sia il luogo adatto per scoprire qualche piatto della tradizione napoletana?

flash-saette-bnflash-saette-bnflash-saette-bnflash-mezzo-bn flash-bn

L’Altro Coco Loco. Vicoletto Cappella Vecchia, 4. Napoli. Tel. +39 081 7641722

[Immagini: iPhone Vincenzo Pagano]




- lunedì, 2 ottobre 2017 | ore 13:43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.