Pizza. Antonio Scorza is the new Diego Vitagliano a Pozzuoli

Da gregario a capitano. Antonio Scorza, secondo di Diego Vitagliano alla pizzeria 10 di Pozzuoli, si è ritrovato da un giorno all’altro a comandare le operazioni al banco e al forno.

La storia la conoscete. Diego Vitagliano ha deciso di proseguire in solitaria il suo percorso iniziato, almeno mediaticamente, alla pizzeria 18 Archi a Pozzuoli e continuata alla 10 – dal numero della maglia di Maradona – sul lungomare della città flegrea, per aprire una pizzeria tutta sua a Bagnoli.

In questo lasso di tempo, oltre a fare tante e buone pizze, ha conquistato il premio giovani della guida di Repubblica di Giuseppe Cerasa, ha partecipato alla messa a punto del forno Neapolis e ha tenuto corsi iniziando a gettare le basi per fare quello che tutti i maestri dovrebbero fare: insegnare e avere discepoli.

E due discepoli che seguono il mantra delle sue ricette per gli impasti li ha allevati. Uno è Raffaele Bonetta, suo alter ego anche nella formazione di giovani leve che è alla pizzeria Ciarly, l’altro è appunto Antonio Scorza che, per il momento, è alla pizzeria di Pozzuoli.

Pizzeria che ha dismesso il numero 10 per mettere su la nuova insegna Pizzanova alla riapertura avvenuta in sordina dopo il previsto periodo di ferie seguito a un anno vissuto ad alti numeri e lunghe file.

Gli amanti della toponomastica e di Google Maps, la pizza canotto in versione nuvola la troveranno sull’asse che da Piazzale Tecchio (Bonetta da Ciarly) si allunga su via Diocleziano (Vitagliano con la nuova 10 Bagnoli) per arrivare a Pozzuoli (Scorza da Pizzanova).

E io, curioso come al solito, sono andato alla riapertura del nuovo Pizzanova per vedere come se la cava l’allievo senza il maestro.

Un po’ spaesato lo staff che si è subito rimboccato le maniche e fino all’apertura della nuova 10 c’è da scommettere che resteranno tutti sul lungomare di Pozzuoli.

Nulla è cambiato nel menu con la suddivisione tra pizze dell’orto a km 0, pizze di pariata, pizze del mare nostrum, pizze classiche e l’apporto dei fornitori e dell’appezzamento di terreno che ha tanto fatto parlare della pizza di Diego Vitagliano.

Una bianca e una rossa per comprendere le differenze.

Che non sono molte a parte la svista di utilizzare una farina leggermente inumidita per le ferie e che non ha restituito tutti i gradi di scioglievolezza cui eravamo abituati. Ma Antonio Scorza ha già imparato dal suo peccato veniale individuando velocemente errore e rimedio senza troppi smadonnamenti.

La pizza con il ragù è buona (9 €), l’Annurchina è buonissima (10 €) e probabilmente tutti gli appassionati saranno contenti di sapere che è nato un altro nuovo-vecchio indirizzo su cui puntare senza tentennamenti.

Insomma, la partenogenesi ha dato buoni frutti e potrete rimettervi tranquillamente in fila sul lungomare sperando nella clemenza del tempo e affidandovi a Antonio Scorza e alla sua brigata che nel frattempo avrà cambiato farina.

Pizzanova. Corso Umberto, I, 169. Pozzuoli (Napoli). Tel. +39 081.19369716

[Immagini: iPhone Vincenzo Pagano]


- mercoledì, 14 febbraio 2018 | ore 11:36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.