La pizzeria Cocciuto, numero 23 della classifica degli Oscar della Pizza, apre il terzo locale in zona Porta Venezia a Milano dopo quelli già avviati in zona Tortona (Via Bergognone 24) e Porta Romana (Corso Lodi angolo via Passeroni 2).

Il nuovo Cocciuto di via Melzo angolo via Spallanzani replica la stessa filosofia, appunto cocciuta, di Paolo Piacentini e Michela Reginato che con ostinazione portano avanti in un unico modo la loro idea di pizza e cucina: l’eccellenza delle materie prime, la qualità italiana e i suoi sapori autentici, con una grande ricerca che privilegia prodotti biologici, presidi Slow Food e ingredienti provenienti da piccoli produttori italiani. 

Cocciuto ospita 70 coperti all’interno e 25 nel dehors esterno e riprende le caratteristiche degli altri due locali. Con uno sguardo allo stile newyorkese, i tratti distintivi sono le pareti riportate “alle origini” con mattoni a vista, il design urban chic, con comode e accoglienti sedute, tavoli che invitano alla convivialità e punti luce strategici che creano un’atmosfera calda, accogliente e internazionale. 

Punto di partenza del menu è la rivisitazione della tradizione rielaborata in chiave contemporanea e quindi aperta alle contaminazioni.

Nel menu piatti fortemente connotati che spaziano dalle tartare – di salmone con avocado e maionese allo zenzero, di manzo con nocciola, alici e polvere di capperi, di ricciola con mango, basilico e maionese al cocco, di vitello con fonduta di pecorino, castagne e rosmarino – al croque madame con spalla cotta, cheddar e salsa bernese, dai tacos con guacamole, sfilacciato di maiale, coriandolo e jalapeño alla girella al rosmarino con speck cotto al vapore, stracciatella di bufala km 0 e rucola. E ancora hamburger con pulled pork al barbecue, peperoni piquillo, fontina, hot dog con salmone affumicato, finocchi croccanti, avocado e maionese alla curcuma, toast con prosciutto cotto Alta Qualità, fontina e salsa olandese. Bowls per tutti, tra cui quella di quinoa con zucca arrosto, ceci alla paprika, cavolo viola, spinacino e citronette all’arancia, riso integrale con olive taggiasche, pollo grigliato, datterini rossi, Parmigiano Reggiano, nachos, rucola e salsa al sesamo, orzo con avocado, salmone al vapore, fagioli rossi, cavolo viola marinato, rucola e salsa alla paprika. Per chiudere in dolcezza con il nuovo dessert, i Cocciutelli, piccole ciambelle fritte, servite con mousse alla nutella e al cocco.

Rispetto al menu di Corso Lodi mi sembra manchino i primi.

Ma noi ci concentriamo sulla pizza.

Ancora una volta per la cottura sono stati scelti due forni elettrici Neapolis.

La pizza assaggiata è buona, ma pecca come già avevamo rilevato di una certa gommosità del cornicione pronunciato – siamo in area canotto – dovuta a una non perfetta asciugatura. Va anche detto che era il primo giorno di apertura…

La Maguro con ragù di tonno di Sicilia con cipolla di Montoro IGP presidio Slow Food, olive infornate di Ferrandina presidio Slow Food, olio emulsionato alla menta, fior di latte km 0, olio extravergine d’oliva bio, menta fresca viene via a 14 €. Buono il topping, da perfezionare il resto.

Cocciuto è un marchio che si è fatto valere velocemente nel panorama milanese e l’allargamento con una terza sede potrà esaudire le richieste degli estimatori sicuri di trovare ingredienti di qualità e, con il tempo, un disco di pasta ancora migliore.

E tenetevi pronti per la quarta apertura in Corso Sempione a primavera (e le prossime anche fuori Milano).

Cocciuto. Via Melzo, angolo Via Spallanzani. 20129 Milano. Tel. +39 026751178

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui