Milano

Nuove aperture Milano: Pastiglie Leone, Four Seasons, Tappo, Tunas, ROC

Milano continua ad avere fiducia nel futuro: le nuove aperture si moltiplicano, e vedono la luce nuove trattorie, osterie e gastronomie

Locali

Nuove aperture a Milano. Ovunque ci si giri, spunta una novità. Nonostante il lockdown, le chiusure semaforiche, il dentro e fuori in attesa del “liberi tutti”, si continuano ad aprire nuovi locali.

Progetti in stand-by da troppo tempo, scommesse sulla validità della propria idea imprenditoriale, verifica sulla sua duttilità in condizioni estreme, sull’adattabilità al delivery. Un po’ di tutto questo, e le saracinesche si alzano, sfruttando le “finestre” di libera uscita.

In attesa di un censimento definitivo delle attività che hanno chiuso, o che hanno modificato più o meno profondamente la loro natura, e di quelle che hanno riaperto, eccovi una breve rassegna di nuove aperture.

Ricordando, fra le novità più recenti, anche Empanadas del Flaco di Matias Perdomo e soci, che ora aprono una nuova gastronomia.

1. ROC la gastronomia di Matias Perdomo

roc perdomo gastronomia

Si chiama ROC, ed è una gastronomia, la nuova apertura di Matias Perdomo, Thomas Piras e Simon Press (Contraste, Exit). Ma non è un negozio: è una dark kitchen, un luogo dove si cucina solo per il delivery. Come recita il motto “Your usual rosticceria. Your unusual delivery.”

Il menu è abbastanza semplice. Ci sono 4 portate di carne, dai 9 ai 12 € (so già cosa voglio: Agnello, ketchup di peperoni e capperi fritti, 12 €). 4 anche le portate di pesce, sempre dai 9 ai 12 €, e un solo primo (Lasagna, 10 €). Le verdure, dai 6 ai 9 €, comprendono la parmigiana di melanzane, il purè, ma anche  carciofi, olive nere e mandarino. Tra i dolci, la Torta di rose (50 € per 8 persone).

Sul sito ROC si trovano il menu e le modalità di acquisto e di consegna a domicilio: gli ordini si ricevono fino alle 19.30 del giorno precedente. Consegne nelle province di Milano (gratuite sopra i 50 €, altrimenti 10 €), Monza Brianza e Varese (gratuite sopra i 200 €, altrimenti 25 €).

2. Panificio Grazioli: nuove aperture a Milano

panificio GRAZIOLI a milano nuova apertura

Finalmente, diranno in molti: il Panificio Grazioli di Legnano apre un negozio anche a Milano. Già presente nel capoluogo lombardo sporadicamente, ogni terzo sabato del mese, al Mercato della Terra di Slow Food alla Fabbrica del Vapore. Ma è stato per qualche tempo anche al Mercato del Duomo.

Ora Nicolò Grazioli, figlio del “Sovversivo del gusto” Massimo, scomparso prematuramente nel 2016, annuncia dalla pagina Facebook del panificio l’imminente nuova apertura. Pani coi grani antichi, un ottimo panettone, e una gamma di prodotti d’eccellenza faranno la felicità dei Milanesi. La foto fornisce qualche indizio sull’indirizzo, riconoscibile ovviamente per gli abitanti della zona.

panificio GRAZIOLI nuova apertura poliziano milano

Anch’io l’ho riconosciuto, è a poche decine di metri dal mio ufficio: via Poliziano 13, a due passi da corso Sempione, a qualche centinaio di metri da Citylife.

3. Il temporary shop delle Pastiglie Leone in Garibaldi

nuove aperture a Milano: Pastiglie Leoni

Si chiama Bottega Leone il negozio temporaneo di Pastiglie Leone, lo storico (dal 1857) marchio torinese delle caramelline-bottoncino dalle caratteristiche scatolette. Aperto dal 4 dicembre in via Palermo 1 (quindi lato Solferino), all’interno di RAW Milano, store di design d’interni.

Non solo pastiglie: Leone produce anche caramelle, gelatine, gommose, liquirizia, e cioccolato. Ed è proprio la Limited Edition della linea di cioccolato Sfumature la protagonista di questa apertura.

Si tratta di una confezione natalizia con sei ricette uniche di cioccolato fondente, nate dall’incontro tra tre intensità di cacao e due gusti, deciso e delicato. 

pastiglie leone sfumature cioccolato

Nel progetto Sfumature sono state coinvolte tre personalità creative, Ludovica Basso, in arte Clorophilla, Camilla Ronzullo alias ZeldaWasAWriter, e Rossella Migliaccio, autrice di Armocromia. Da qui nascono sei cartoline da collezione in cui illustrazioni, parole e consigli sulla “palette” perfetta si fondono per diventare un’originale guida nella scelta della propria “sfumatura”.

4. Nuove aperture a Milano: dov’è la trattoria Dal Milanese

dal milanese luca guelfi nuove aperture salumeria via mameli

Aprirà l’anno prossimo, come abbiamo scritto qui, il nuovo locale milanese di Luca Guelfi, ovvero la Trattoria Gastronomia Dal Milanese. Per essere più precisi, la data annunciata della nuova apertura è febbraio 2021.

dal milanese sede storica gastronomia

Il locale occuperà gli spazi di una gastronomia storica, la gastronomia Mameli, aperta dal 1927 come macelleria, all’angolo fra via Cellini, civico 40, e via Marcona. L’ambiente, ricorda Guelfi, sarà ispirato a quest’epoca, e la cucina sarà prettamente lombarda, magari con qualche innesto, come ad esempio il bollito.

5. In via Melzo la nuova apertura con Diego Rossi

tappo diego rossi via melzo lavori bancone

Ancora un post su Facebook ad annunciare un’altra nuova apertura, sembra imminente, targata Diego Rossi. Come già per Trippa, locale facente capo a Diego Rossi e a Pietro Caroli (che non entra in questa impresa), se ne parla in rete già da un po’. La foto pubblicata in questi giorni da Enricomaria Porta dimostra che i lavori sono a buon punto. Il nome potrebbe essere Tappo, come suggerisce uno dei commenti – ma lo diceva qualche tempo fa anche il Gambero Rosso.

tappo diego rossi via melzo lavori esterno nuove aperture Milano

Come indirizzo viene genericamente indicata “via Melzo”, strada di Porta Venezia diventata in questi ultimi anni ad alto tasso gourmet. Una nostra rapida indagine ci ha portato a indicare come sede possibile questo locale a 4 luci in via Melzo all’angolo con via Spallanzani (nella foto). Fino a qualche mese fa qui c’era un fruttivendolo. E nella via non sembrano esserci altri spazi liberi, a parte un locale in ristrutturazione più avanti (ma è piastrellato di nero…).

Il nuovo locale sarà un’osteria, quindi con un focus sul vino più che sul cibo. Socio di Diego Rossi nell’impresa dovrebbe essere Joseph Khattabi, uno dei proprietari del ristorante giapponese Kanpai, a poche decine di metri di distanza, taggato nel post.

6. Nuove aperture: Tunas pescheria in via Fiamma

tunas banco pesce nuove aperture milano

Anche questa apertura l’avevamo annunciata qualche tempo fa: da qualche giorno si possono acquistare pesce fresco e piatti nuova pronti anche da Tunas, pescheria in via Fiamma. A fianco delle ultime aperture della via, nell’ordine Gelsomina-Crocca-Il Mannarino.

tunas lasagne di mare nuove aperture a Milano

In questo periodo ovviamente si cucina per l’asporto, ma c’è anche qualche posto a sedere, per quando si potrà. Mi sono comprato una porzione di lasagna di mare e una di cozze. Buone entrambe: forse avrei arricchito un po’ la lasagna, un poco di besciamella, o di spezie, in più non ci sarebbero state male.

Sul sito di Tunas un menu con i prezzi del pesce e dei piatti, e la ricetta degli involtini di pesce spada (altre ne seguiranno…).

Tunas Milano. Via Fiamma, 6. Milano. Tel. +393247432165

7. Il Four Seasons si rinnova: nuova apertura nel 2021

Four Seasons Hotel Milano giardino nuove aperture

Il Four Seasons Hotel Milano annuncia la chiusura temporanea a partire dal gennaio 2021. L’intera struttura verrà rimessa a nuovo, rinnovando completamente gli spazi dell’ex-convento del XV secolo in via Gesù, nel pieno Quadrilatero della Moda.

I lavori, affidati agli architetti Patricia Urquiola e, per il bellissimo giardino interno, a Fabio Pollano, dureranno per tutto il 2021.

La prima fase della ristrutturazione comprenderà una nuova Lobby e una lounge, un nuovo ristorante e un nuovo bar, completamente ristrutturati. L’Executive Chef Fabrizio Borraccino rimarrà al timone della brigata di cucina, e la sua offerta di menu sarà completamente rielaborata e rinnovata. Al termine della prima fase, prevista per la primavera 2021, inizierà la riapertura delle parti rinnovate, mentre i lavori proseguiranno.

Four Seasons Hotel Milano. Via del Gesù, 6/8. Milano. Tel. +390277088

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.