Ferran Adrià vuole la fusion Nikkei Giappone-Perù nel nuovo ristorante

Prima un ristorante Nikkei, a seguire un locale messicano, entrambi a Barcellona. C’è questo nel prossimo futuro di Ferran Adrià e del fratello e socio in affari Albert, insieme alla Fondazione ElBulli, naturalmente, la grande casa della cucina, il cilindro dal quale saranno estratte le nuove sfide creative del cuoco spagnolo e il cui lancio è previsto per il 2014.

Sull’avventura più vicina, il ristorante di cucina giapponese Nikkei, lo chef spagnolo ha rivelato qualche particolare inedito. In un’intervista rilasciata al giornale peruviano El Comercio ha detto che i posti a tavola saranno 30 e ha spiegato che la cucina Nikkei, una fusione tra ingredienti e tecniche delle cucine peruviana e giapponese, è davvero una grande novità visto che neanche in Giappone la conoscono bene.

Una circostanza che rende particolarmente liberi in cucina, ha spiegato Adrià , perché lo stile è “in costruzione e c’è ancora molto da fare”. Del resto sul cocinero 5 volte campione del mondo, secondo la 50 Best, la cucina giapponese ha esercitato sempre una certa attrattiva. Insieme a quella cinese e sudamericana. E infatti dopo il Giappone, a Barcellona arriverà anche il Messico. Ferran Adrià sta studiando anche l’Italia, mozzarella di bufala e pizza soprattutto a quanto è dato di capire dalle ultime visite in Campania. Uno sguardo al futuro che ha coinvolto anche il ruolo delle guide ai ristoranti.

[Link: finedininglovers.com]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui