Splendor Parthenopes, Napoli gastrofighetta a Roma tra vintage e pizza

Ha aperto da pochi giorni in via Vittoria Colonna (nell’anno della profezia Maya hanno giocato il 12-12-12 con 12 ore di inaugurazione) l’apoteosi dello splendore partenopeo a Roma. Lo Splendor Parthenopes, appunto.

Bellissimo il locale, boiserie in legno, colori caldi, luci basse, colonne bordeaux (adoro!), righe sui muri e sedie francesi. Un bistrot tutto napoletano, in poche parole. Al passo con le ultime tendenze risto-food romane e non, lo Splendor è aperto dalle prime colazioni  (7 am) fino a tarda notte (2 am) per assaporare ottimi (ancora non si sa) cocktail come il Cosmo-Neapolitan. Definirlo bistrot potrebbe apparire riduttivo considerati i tre piani di locale architettato dall’oramai irrinunciabile Roberto Liorni (ma quanto lavora Liorni ??? Beato lui!) e brandizzato da un’agenzia (Antonio Romano e Associati – Inarea) ingaggiata per creare l’identità e la marca “Splendor Parthenopes”, nel senso che lo Splendor stesso vuole essere un brand.

Comunque, tornando a noi… siamo andati all’inaugurazione – non me ne perdo una che devo fare 😉 – dove finger e finger partenopei allietavano le bocche della “Roma Bene” (che sgomitava molto educatamente, eppure si chiama Roma bene, bah?!) tra mini baba salati, frittini, mozzarelle di bufala, pizzette e i dolci… buonissimi e sfiziosamente napoletani.

Torniamo a cena qualche giorno dopo l’apertura e devo dire siamo stati bene, il servizio attento, l’atmosfera piacevole, forse qualche cosina ancora da aggiustare sulla cucina, ma sono buona e dico che per un locale di quella “stazza” ci vuole un bel rodaggio. Per vostra conoscenza vi copioincollo il comunicato ufficiale.

Nell’offerta gastronomica di “Splendor Parthenopes” è racchiuso il concetto di squadra. Si è scelto di non affidarsi a un singolo chef affermato, ma a un team di professionisti che eccellono nella loro area di specialità. Quella di “Splendor” è un’offerta variegata che per funzionare ha bisogno del supporto di tutti: dal macchinista del caffè al pizzaiolo passando per il pasticcere e i cuochi che stanno in cucina, per finire con il barman. Cinque le aree di preparazione presenti nel locale – ristorante, pizzeria, pasticceria, caffetteria, cocktail bar– e tutte lavorano insieme con l’obiettivo comune di soddisfare il cliente con un prodotto di qualità. La tradizione gastronomica napoletana ha due radici fortissime e complementari: la cucina di strada e quella di casa. “Splendor Parthenopes” vuole coniugarle con attenzione alle radici più profonde e un occhio ai gusti di oggi.
La cucina di strada, che ha la pizza come sua regina incontrastata, si arricchisce dei prodotti della rosticceria e della gastronomia dagli ingredienti semplici, spesso poveri, tipici della terra campana. “Splendor Parthenopes” ne raccoglie la fantasia: dai fritti ai taralli, dal panino napoletano alla parigina, fino ad arrivare alla croissanterie farcita con crema e amarena. Si recupera la cucina di casa, ricca di sapori della memoria con le sue minestre, le sue torte salate e i timballi e si restituisce alle pietanze la genuinità e l’opulenza dei pranzi domenicali scanditi dal rito del ragù e la fantasia delle “paste mischiate”.
La pizza ha il ruolo centrale nella proposta di “Splendor”. Dalla lunga levitazione, alla cottura in forni a legna artigianali, nasce un prodotto sempre legato alla tradizione ma aperto talvolta ad alcune “licenze poetiche” che sorprenderanno per l’accoppiamento delle guarnizioni.
 Al prodotto di cucina, pizzeria, rosticceria, si aggiunge l’offerta del banco bar sia nella proposta di un caffè “maniacalmente” napoletano, sia nella proposta dei cocktail.
 Il caffè, preparato rigorosamente con una macchina a leva e con una miscela della tradizione, verrà servito nella sua versione tradizionale così come nelle varianti divenute oramai dei classici della caffetteria napoletana.

Ok, ammetto, tornerò … per l’atmosfera elegante e calda ma non “impettita” , per assaggiare gli “ottimi” cocktails e perché diventerà (ne sono quasi certa) uno dei primi locali da “struscio” romano… che se non ci vai non conti niente… e io come potrei mancare?

Splendor Parthenopes. via Vittoria Colonna 32/c, 00193 – Roma. Tel. +39 066833710

[Testo e immagini: Chic and Spicy, ufficio stampa Splendor Parthenopes]




- martedì, 18 dicembre 2012 | ore 19:33

Un commento su “Splendor Parthenopes, Napoli gastrofighetta a Roma tra vintage e pizza

  1. Io ancora non ci sono stato ma mi sono affacciato alle vetrine per sbirciare i prezzi, visto che è sulla strada per andare a lavoro.
    Sulla colazione mi sembra si siano tenuti sullo standard, con il caffè al tavolo ad 1 euro o 1,5 euro (non ricordo bene) ed il cornetto intorno ad 1 euro. La sfogliatella a 2,5 euro mi è sembrata ragionevole. Il prezzo della pizza mi ha lasciato perplesso, 14 euro per una fiori di zucca è davvero eccessivo. Almeno avrei evitato nel comunicato stampa il riferimento alla pizza come regina de “la cucina di strada” se poi i prezzi sono quelli. Sotto natale lo provo e aggiungo qualche commento.
    Ps. premesso che scattidigusto è tra i miei blog di gastronomia preferiti (forse IL preferito) posso permettermi di dire che la scelta di copia-incollare il comunicato stampa non mi l’ho apprezzata molto? Preferisco avere la vostra critica, visto che siete bravi, e magari le vostre foto (ma qui immagino sia stato il locale a non farvele fare anche a me è capitato alcune volte).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.