Barbecue. I 20 migliori ristoranti del mondo, Italia compresa

I re della griglia

Il 2015 sarà l’anno del ristorante con la griglia, ne sono convinto. Avete notato che la tecnica di cottura ha fatto uno switch da bassa temperatura a carbone ardente?

Stiamo vedendo già gli effetti da nord a sud dell’Italia. Si montano forni a legna e griglie in cucina.

fuoco-e-fiamme-toscani-IG-B6

I Re della Griglia, lo sappiamo, sono Paolo Parisi, Rubio e Cristiano Tomei che hanno guidato il nuovo format televisivo su Dmax. E che non si sono dedicati da ieri alle cotture ad alta temperatura.

La brigata del Noma in cucina a Tokyo

L’argomento scotta. Accelera anche il n 1 del ranking mondiale, Renè Redzepi che nel suo Noma in trasferta in Giappone ha montato la griglia in cucina.

C’è gran movimento dalle parti di carboni&griglie, tant’è che la Weber ha intensificato le aperture delle Grill Academy e gli appuntamenti per insegnare l’arte del barbecue ai sempre più numerosi appassionati.

Amazonas BBQ

Sdoganando anche una nuova forma di food-non-solo-blogger: le Amazonas, cioè la squadra tutta al femminile (con Elisa Ceccuzzi, Stefania Carozzi, Alessia Arlone, Michela Bongiorni, Michela Cogozzo) che scenderà in campo il prossimo 20 e 21 giugno all’Italian Barbecue Championship.

Ecco, inizio a condividere con voi la prima classifica anche perché, senza pretendere di andare all’altro capo del mondo per vedere ben rosolata la carne, spero che qualcuno dia qualche altro suggerimento sulla mappa Italia. Vorrei aggiornare questa che è in casa.

Partiamo.

#10. Allen & Son – (Chapel Hill, North Carolina – Stati Uniti)

hamburger BBQ allen and son

Sembra che il proprietario si svegli alle ore 5 del mattino per preparare il suo BBQ, ma l’endorsement migliore arriva da Serious Eat che fa del suo hamburger una vera leggenda per gli studenti dell’Università del North Carolina.

#9. Mercado del Puerto (Montevideo – Uruguay)

Mercado del Puerto BBQ

Questo mercato coperto è un po’ come la nostrana Stazione Leopolda al tempo del Taste Firenze: da scalo ferroviario è diventato tempio del cibo e in particolare del barbecue. Consigliato per i tagli di agnello e di maiale e per le bistecche. Un inferno dantesco della griglia che attira anche moltissimi turisti.

#8. Samwon Garden (Seoul – Corea del Sud)

Galbi Samwon Garden

Un ristorante coreano tradizionale che apre il suo menu con la carne da grigliare al centro della tavola. Il kalbi kui è la specialità e dovrebbero essere costine di manzo, anche se leggo agnello, avvolte in foglie di lattuga.

#7. Hamdi (Istanbul)

hamdi-restaurant

La vista sul porto di Istanbul e l’ottima carne che cucinano gli esperti grigliatori della città di Gaziantep che sarebbero un po’ come i migliori trivellatori da mandare sull’asteroide di Armageddon o qualcosa del genere. Adana, carne tritata e salsa pepata di Aleppo, sogar, agnello e cipolle rosse, sebzeli, con doppio pepe rosso e nero sono le specialità da tenere sott’occhio.

#6. Die Strandloper Seafood Restaurant (Langebaan – Sud Africa)

grigliata di pesce

Se a griglia non associate solo carne, una spiaggia in Sud Africa può diventare una magnifica tavolata. Pesce a volontà e cozze o aragoste sul fuoco, mica male.

#5. La Cabrera (Buenos Aires – Argentina)

carne griglia La Cabrera

Al solo sentire asado e asador mi tremano le gambe e devo metterle subito sotto al tavolo perché qui parliamo dell’origine del mondo barbecue (o forse sarà la suggestione di migliaia di manzi al pascolo nelle praterie). Se non credete a questa classifica, sappiate che la cucina di Gastón Riveira è al numero 17 della 50 Best Restaurants 2014 latino americana.

#4. Buca Lapi (Firenze – Italia)

bistecca fiorentina

Per un pelo non finiamo sul podio con la migliore Fiorentina di tutta la città. Sotto il palazzo Antinori, Buca Lapi è un ristorante dalla location che fa salire il sangue alla testa. Lo stesso sangue della carne che avvampa sulla brace viva.

#3. Fogo de Chão (São Paulo – Brasile)

Fogo de Chao

Dopo l’Asado argentino e la Fiorentina italiana cosa vi aspettereste? Ma il Churrasco brasiliano, chiaro. Due fratelli hanno fondato questo locale in cui preparano i diversi tagli di carne tra cui la Picanha cioè il codone di manzo.

#2. Oklahoma Joe’s BBQ Restaurant (Kansas City – Stati Uniti)

costole di maiale

E ritorniamo in terra di cowboy e di BBQ con il ristorante che la prestigiosa rivista Forbes ha incoronato nel 2013 come il migliore dove mangiare carne alla griglia di tutti gli Stati Uniti. In pieno amarcord on the road, il ristorante dei fratelli Stenhey è in una pompa di benzina, ma come fareste a dare torto a una classifica sui barbecue guardando questa costata di maiale?

#1. Ibu Oka (Ubud, Bali – Indonesia)

maialinimaialino balinese

La foto mi ha tratto in inganno: pensavo che un porceddu sardo avesse conquistato il tetto del mondo e francamente spiluccando immagini qua e là ci sarebbe stato. Invece siamo dall’altra parte del mondo, in pieno Oceano con il maialino che si chiama babi guling. La fama del posto per il cibo è dovuta anche ad una certa Julia Roberts che con Mangia, Prega, Ama fece risalire il maialino preparato dalla “nonna” Oka agli onori delle cronache proprio come con la pizza di Michele a Napoli.

Classifica vecchia fa ancora buon brodo?. Questa è stata ripresa da Travel and Leisure che l’ha pubblicata nel 2011. Ma, senza andare troppo lontano, Buca Lapi è ancora tra i migliori ristoranti italiani con barbecue, converrete.

Quest’altra classifica che vi sottopongo è molto più recente.

Guardiamola insieme.

#10. Parador La Huella (Playa Brava José Ignacio – Uruguay)

Se avete il fegato di resistere alla prima giornata lavorativa, avviate il video e non vi preoccupate della lingua: non serve per capire cosa va sul BBQ alla fine del mondo (o da fine del mondo). E se volete approfondire, ecco il link a Bon Appétit.

la huella 14

Qui sul fuoco della griglia mettono anche il formaggio e la “camera a legna” vale una foto in più.

#9. Shanahan’s (Dublino – Irlanda)

shanahan's dublino

Voi conoscete l’Angus, vero? The Dubliner, The Independent e The Irish Times consigliano di andare a mangiarlo qui. Oltre al salmone.

#8. La Maison de l’Aubrac (Parigi – Francia)

L’accoglienza è un ottimo biglietto da visita per un ristorante. Appunto. Con queste vetrine sono un passo avanti.

#7. La Cabrera (Buenos Aires – Argentina)

La Cabrera carne argentina

Wow, ci ripetiamo rispetto all’altra classifica. Stare nella 50 Best qualcosa vorrà dire.

#6. Aragawa (Tokyo – Giappone)

Aragawa

Tra i ristoranti più costosi al mondo c’è Aragawa, a Tokyo dal 1967. Il nome è un programma: è la traduzione del romanzo di Balzac, Le Peau de Chagrin. La carne viene insaporita solo con sale e pepe e i cuochi distinguono 10 fasi diverse del processo di cottura sulla griglia. Pensateci la prossima volta che dite “mi faccio una fetta di carne veloce”.

#5 Templo da Carne (Sao Paulo – Brasile)

Marcos Bassi

Ancora una churrascheria. È quella di Marcos Bassi, artista della carne. Ma anche del salmone, a quanto pare.

#4.  Hawksmoor (Londra – Gran Bretagna)

Hawksmoor Sunday Roast

Per il Guardian non c’è carne superiore a questa in tutta Londra. Ma ci sono anche le acciughe e il midollo osseo. E sbirciando il sito, anche altro pesce. Sempre alla griglia.

#3. Kawamura (Tokyo – Giappone)

È estremamente complicato riuscire ad ottenere un tavolo alla steakhouse Kawamura a Tokyo.

Chi ci riesce va in visibilio e racconta in giro che carne migliore di quella superselezionatissima dai già fighissimi manzi di Kobe non esista al mondo. Crediamogli anche o soprattutto dopo aver visto questo video.

#2. The Beef Club (Parigi – Francia)

carne alla grigliaBeef Club Restaurant, Paris, France

Il prototipo del bistrot francese che, nonostante ennemila discussioni, funziona sempre: optical bianco e nero al pavimento, sedute raccolte ma sufficientemente comode, atmosfera bohemienne creata dalla decoratrice Dorothée Meilichzon. Ma soprattutto c’è lui, il macellaio star Yves-Marie Le Bourdonnec, che fornisce il manzo allevato a erba del Yorkshire da Tim Wilson. La carne grigliata è terribilmente erotica soprattutto se innaffiata, eretici, con un nebbiolo.

#1. Porteño (Sydney – Australia)

asado

E sul tetto del mondo c’è l’asado argentino.

Wagyu Beef

Di un ristorante argentino ma che si trova all’altro capo del mondo, sia dall’Italia che dall’Argentina. Siamo a Sydney in Australia e per il ristorante Porteño vanno in visibilio Jamie Olivier e Anthony Bourdain. I due chef Ben Milgate e Elvis Abrahanowicz  sono stati eletti anche migliori chef della guida Good Food sia per l’asado che per la griglia.

Ok, questa classifica del Daily Meal è recentissima. Peccato che non ci sia nemmeno un ristorante italiano.

Ma suppongo che sia possibile integrarla con qualche nome di griglia italiana.

robatayaki

Inizio io e punto sul robatayaki del ristorante giapponese Iyo di Milano, prima stella Michelin per un ristorante esotico in Italia.

Ma attendo paziente le vostre considerazioni.

[Immagini: womoms, Elisa Ceccuzzi, Serious Eat,  culture.oasiscollectionsthepauperedcheftravel.allweb360/mastrobiggo, wsj.com, forbes, harkausiewmai, worldfoodist, Bon Appétit, mytable, eatlikeagirl, alifewortheating, Paladar Estadao]




- martedì, 7 aprile 2015 | ore 7:10

3 commenti su “Barbecue. I 20 migliori ristoranti del mondo, Italia compresa

  1. A Pozzuoli esiste un ristorante con diverse tipologie di carne dal prestigioso kobe a costate esposte con diversi giorni di frollature

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.