Golosaria Milano. I 9 migliori ristoranti in Italia e il programma in 15 punti

Tempo di lettura: 4 minuti

Carrello

Il nuovissimo UniCredit Pavilion ha accolto la i festeggiamenti per il 10° anniversario di Golosaria e la presentazione dell’edizione di quest’anno che si terrà ancora al MiCo Milano Congressi in via Gattamelata, dal 17 al 19 ottobre.

Golosaria quest’anno vuole essere ancora di più un luogo per far incontrare il grande pubblico e i produttori; ma ci sarà anche un talk show di 1.5 ore per raccontare i 10 anni, ricordando ad esempio alcuni progetti del passato, come quello sugli avanzi del 2008, quello sull’integrazione alimentare del 2009, e ancora la pizza gourmet del 2009, le opere sociali del 2010, i cocktail e la cucina BBQ del 2012, il piatto per Expo nel 2013 e AMATI (curarsi mangiando) nel 2014.

Il programma di Golosaria

peperoncini

  1. Food. 150 artigiani del Gusto selezionati da il Golosario 2016
  2. Vino. 120 cantine presenti.
  3. Il debutto del Goji italiano, made in Calabria, grazie alla rete di imprese “LYKION” che annovera numerose aziende agricole bio per fornire le preziose bacche sia fresche sia disidratate.
  4. La possibilità di conoscere il “metodo Gramegna” ideato da Davide Gramegna del ristorante Rosso di sera di Castelletto Sopra Ticino per conoscere e valutare a crudo le diverse tipologie di riso. E il debutto dei sommelier del riso e di Violet, il “riso viola” dell’azienda Riso di Nori.
  5. La Cirenaica porterà a Golosaria le prime birre cotte da orzo e sorgo prodotti in azienda.
  6. La Lomellina propone i prodotti a base di lumaca dell’azienda 2Emme (curioso il suo paté di fegato di lumaca) e le reti di piccoli produttori del territorio che si è strutturata nel progetto Genuino che propone in e commerce un’ampia selezione di specialità made in Lomellina (proporrà l’hamburger di cipolla di Breme).
  7. Nell’area Lounge ci sarà Cheerin’guito, il progetto nato in Veneto che reinterpreta lo street food mondiale: dalla Coxinha brasiliana al tortello fritto alla crema di avocado. E la cola made in Torino, Molecola, nata per accompagnare il mitico hamburger di M**Bun e diventata ora una bella realtà in espansione.
  8. E le spezie vendute anche in e-commerce da Tutte le spezie del mondo (ad esempio, ci sono in lista oltre 50 peperoncini).
  9. Dal biellese, ecco  i liquori “su misura” del liquorificio La Culma (“Hai mai sognato un liquore? Noi te lo realizziamo”), e le cene ideate da Alessio Bottin nel suo laboratorio futuristico, confezionate sottovuoto o in vasocottura (è la Cucinoteca per locali).
  10. Anche nel reparto alimentazione e benessere sono diverse le novità da segnalare. Anzitutto il progetto AMATI!Nutrition che ha debuttato a Golosaria due anni fa e oggi si è trasformato in un progetto di ristorazione a Milano (in via Cappellini, 23) che coniuga un’alimentazione gustosa con l’attenzione alla cura del corpo, organo per organo.
  11. A Golosaria debutta col nuovo progetto dello street food, nel segno del Pastr’AMATI.
  12. Dal Veneto arrivano le torte e i dolci adatte ai celiaci e certificate AIC, ideate dalla Pasticceria Veneta in collaborazione con il pasticciere Luca Montersino.
  13. Dall’Umbria, le ricerche sul Sagrantino, l’uva più ricca al mondo di polifenoli e antociani, ha dato vita al progetto Sagrantino e salute, affrontato nel corso di un wine tasting.
  14. Bellezza, erbe e prodotti alpini sono alla base delle linee di Ideashop Casale che presenterà le ultime creme a base di burro e latte valdostano, ma anche vino, dei produttori numeri 1 del Golosario.
  15. Dopo 23 anni di GuidaCriticaGolosa, verrà presentato il Gatti Massobrio, Taccuino dei ristoranti d’Italia (Comunica Edizioni, pag. 672; euro 19,5) che segnala le 2060 migliori soste italiane secondo Paolo Massobrio, Marco Gatti e uno staff di 80 collaboratori sparsi su tutto il territorio nazionale. 

I migliori ristoranti d’Italia

Andrea Berton

Il massimo riconoscimento attribuito dal nuovo Taccuino è la corona radiosa: ne vengono attribuite 207, seguite da 382 faccini radiosi.

E ovviamente ci sono i migliori per categoria che potete aggiungere ai top della guida dell’Espresso con Massimo Bottura a 20/20, del Gambero Rosso, dei Cento di Roma, Milano, Torino o i 10 di TripAdvisor. Eccoli.

  1. Il miglior ristorante italiano è La Madia di Licata
  2. La miglior trattoria di lusso è la Fefa di Finale Emilia (Mo)
  3. La miglior trattoria verace è l’Osteria di San Cesario di San Cesareo (Roma)
  4. Damini & Affini di Arzignano (Vi) è il miglior locale polifunzionale.
  5. I Tigli di San Bonifacio è la miglior pizzeria
  6. La Costa Scarpata di Valletta Brianza (Lc) è il miglior agriturismo.
  7. Il migliore ristorante di Milano città è Berton.
  8. Il migliore ristorante di Torino, una novità e un’assoluta sorpresa, il giapponese fusion e creativo Kido Ism.
  9. Il miglior ristorante di Roma è Metamorfosi.

Ecco in breve cosa succederà a partire da domani. Voi ci andrete?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui