montanara-starita-don-antonio-by-starita

Qualche giorno fa il “mito” tutto milanese di Spontini è stato abbattuto dalla critica di Street Food Milano.

Ora ci prova sul versante del fare (la pizza) Starita che, annuncia il Corriere, sta per aprire la quarta Starita a Milano dopo quella storica di Materdei – da molti indicata erroneamente come la pizzeria di Sofia Loren nell’episodio dell’Oro di Napoli – e quella di New York con Roberto Caporuscio e di Atlanta.

Starita Materdei

La nuova pizzeria apre all’angolo tra corso Sempione e via Gherardini, all’Arco della Pace, dove da qualche mese gli operai lavorano per ricostruire l’atmosfera della pizzeria napoletana.

pizza Expo Bastianich Sorbillo Matrix 07Vincenzo Capuano pizzaiolo

Non cerca il confronto con il big della pizza napoletana in terra milanese, cioè Gino Sorbillo con il suo Lievito Madre al Duomo, né con il fortissimo Vincenzo Capuano che dal 1 febbraio torna in Italia nella “sua” pizzeria Rossopomodoro di viale Sabotino dopo l’apertura a Monaco di Baviera.

“Tra 60 giorni inaugureremo e lunedì ci sarà la posa del forno”, ha assicurato il vecchio patriarca della pizza napoletana che preannuncia al Corriere 90 posti a sedere e al lavoro tra bancone e forno solo pizzaioli napoletani.

Ma Starita pensa di battere soprattutto l’immagine della pizza al trancio di Spontini finito nella bufera proprio sul Corriere in un pezzo al vetriolo del critico mascherato Valerio M. Visintin.

“Le uniche cose che servono sono un buon forno e buoni artigiani. Perché condire e infornare sono due mestieri diversi per noi” ha concluso Starita.

L’attacco alle posizioni di mercato di Spontini, già messo a dura prova dalla puntata di Report dedicata alla pizza ormai più di un anno fa, non sarà l’unico tema della stagione 2016 della pizza milanese.

Margherita Sorbillo Lievito Madrepizza fritta Zia Esterina Sorbillo

Gino Sorbillo aprirà a breve una Zia Esterina interamente dedicata alla pizza fritta – sempre nella stessa zona di Spontini – e rivedrà l’attuale Lievito Madre al Duomo con una ristrutturazione degli spazi che potrebbe preludere all’apertura del Lievito Madre Milano 2.

Capuano Civitiello Capuano Iorio Civitiello

E non resterà a guardare Vincenzo Capuano che si sta preparando al rientro in grande stile dopo la performance di 184.000 pizze sfornate durante l’Expo: dalla sua la squadra di Rossopomodoro, forte di un Campione del Mondo come Davide Civitiello e di aiuti come quello di Teresa Iorio – campionessa 2016 -, di Simone Fortunato e del know how della Mulino Caputo, che gli ha consentito l’exploit rimbalzato tra i padiglioni dell’evento.

La guerra della pizza a Milano è solo alle prime mosse.