Tutti i lotti degli spinaci surgelati Bonduelle avvelenati dalla pericolosa mandragora

La mandragora, l’erba velenosa delle pozioni magiche da Machiavelli a Harry Potter, è finita negli spinaci Bonduelle e ha mandato in ospedale una famiglia intera di Milano.

Le confezioni incriminate sono quelle del prodotto Spinaci Millefoglie surgelati della nota azienda che li imbusta pronti per essere cotti in padella o in pentola con poca acqua.

Prima di capire come si è arrivati alla determinazione che gli spinaci contenessero mandragora che è un allucinogeno che consumato in dosi eccessive causa tachicardia e in casi estremi alla morte, ecco i lotti richiamati che NON devono essere assolutamente consumati:

  1. 15986504, scadenza: 08/2019
  2. 15986506, scadenza: 08/2019
  3. 15995174, scadenza: 08/2019
  4. 16008520, scadenza: 08/2019

Questi sono i numeri comunicati direttamente dalla Bonduelle che a scopo precauzionale ha ritirato dai supermercati Esselunga le confezioni da 750 grammi.

A questi, però, si aggiungono i lotti richiamati dal Ministero della Salute. In questo caso si tratta di confezioni da 1,5 e 2,5 kg destinati a mense e comunità. Il nome del prodotto è Spinaci Placca 1/5 gastro 2,5 kg Food Service. I lotti  sono due:

  1. 16107601, scadenza: 08/2019
  2. 16116303, scadenza: 08/2019

In questo caso, gli spinaci surgelati sono stati confezionati per Bonduelle dall’azienda Gelagri Iberica con sede in Navarra (Spagna). Il prodotto è stato venduto nei circuiti all’ingrosso.

Ma cosa ha scatenato l’allarme alimentare e le misure di tutela?

Il 30 settembre è stata ricoverata un’intera famiglia al Fatebenefratelli di Milano. Il padre, 60 anni, la madre di 55 e i figli di 16 e 18 anni  sono stati curati al Pronto soccorso perché manifestavano confusione mentale e amnesia, a vari livelli di gravità, dopo aver mangiato una confezione di spinaci surgelati acquistati al supermercato.

A capire i motivi del malessere che ha colpito l’intera famiglia è stato il team guidato dal primario Pietro Marino, che ha circoscritto le ipotesi a un’intossicazione alimentare. E tutti avevano mangiato spinaci surgelati della Bonduelle, acquistati in un supermercato, in cui erano finite foglie di mandragola come hanno rilevato le analisi della Ast (ex Asl).

Pericolo scongiurato per i pazienti che sono stati dimessi dopo qualche giorno, ma è scattato l’allarme perché tutte le parti della mandragola sono velenose per la presenza di alcaloidi come scopolamina, atropine e ioscina.

I sintomi dell’intossicazione leggera sono nausea, vomito, problemi intestinali, secchezza delle fauci e difficoltà a urinare fino alle allucinazioni, al delirio, alla tachicardia per quelle più gravi e alla morte per avvelenamento.

La mandragora è un’erba perenne con fiori di un blu pallido, frutti gialli, foglie oblunghe ovali e radici spesse, carnose e spesso biforcute, che secondo le leggende assomigliano a volti umani e dove sono maggiormente concentrate le sostanze pericolose.

Una pianta da pozioni e da streghe (nell’antichità si utilizzava come lenitivo e afrodisiaco) arrivata sino ai giorni nostri con Harry Potter che in una scena riprende la leggenda della mandragora che strappata dal terreno emetta un urlo capace di rendere pazzo chi lo ascolta.

La Bonduelle ha avvisato i consumatori sul proprio sito (ma non sulla pagina Facebook che conta più di 1 milione e mezzo di follower) del richiamo che ha effettuato in via precauzionale perché la sicurezza è una priorità assoluta “pur non essendo confermata la presenza di mandragora all’interno del nostro prodotto, perché sono in corso accertamenti da parte dell’autorità su tutte le verdure consumate”.

Un’affermazione, riferita alle confezioni destinate al consumo domestico, che sembrerebbe non aver trovato riscontro poiché, riporta Il Fatto Alimentare, il Ministero della Salute ha deciso di richiamare anche i due lotti destinati a mense e comunità.

Bonduelle ha diffuso il numero verde 800903160 (dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30) e la e-mail servizio.consumatori@bonduelle.com per offrire assistenza ai clienti.

[Aggiornamento: le analisi hanno rilevato che gli spinaci surgelati Bonduelle sono sicuri]

[Link: Il Fatto Alimentare, Ansa, Corriere, Avvenire. Immagini: La Stampa, West Crete]




- giovedì, 5 ottobre 2017 | ore 0:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.