Le serate a inviti di inaugurazione o presentazione di nuovi locali a Milano si susseguono anche in questo scorcio di estate incipiente. Spesso sono presentazioni alla stampa, ai blogger influencer, e agli amici, spesso veri e propri bagni di folla.

Serate che non sono certo indicative di cosa e come effettivamente si mangerà, ma che ti aiutano a capire il locale.

Vediamo qualcuna delle ultimissime nuove aperture milanesi.

Briscola Pizza Society

Vi avevamo anticipato le prime immagini della nuova location nei pressi del Duomo, e siamo stati invitati all’inaugurazione ufficiale. Da notare che la stessa sera ha aperto anche la sede in Porta Nuova, praticamente di fronte al ristorante di Andrea Berton.


Ecco, in questo caso la serata era effettivamente indicativa di come si mangerà: la pizza, e le pizzine, di Briscola sono ormai una certezza. Si tratta solo di dedicarsi all’esplorazione del menu.

Qui in Duomo va segnalato anche l’ambiente: molto grande, un po’ rumoroso forse, ma con delle scelte decisamente interessanti – a partire dalla grande statua rossa all’ingresso, Pizza Margherita o Regina Margherita. Trovo il restyling di Fabio Novembre, con i giochi di archi a creare ambienti separati, particolarmente attraente.

Briscola Pizza Society Duomo. Via Guglielmo Marconi. 20123 Milano. Tel. +39 0272080349.

Wagamama

Questo nuovo locale di “cucina panasiatica”, wagamama (scritto rigorosamente con la minuscola, significa “bambino dispettoso”) è fratello di quello aperto a Orio al Serio un annetto fa. E quindi cugino di quelli di Londra e di tutti gli altri (170 e passa) sparsi nel mondo.

Vi abbiamo già raccontato qualcosa di wagamama. Possiamo aggiungere qualche dato sul locale milanese: “Uno spazio di circa 600 metri quadri distribuiti su due piani, oltre 200 coperti, uno staff di circa 50 persone e un menù di oltre 50 portate.”

Abbiamo assaggiato qualcosa alla pre-apertura, affollatissima – ma dobbiamo tornarci, proprio perché non poteva essere un assaggio indicativo. A parte la folla, e un servizio molto gentile e volonteroso ma piuttosto confuso, ho mangiato un paio di cose niente male.

Una cucina che s’ispira alla tradizione del Giappone per portare anche in Italia le pietanze icona dell’Asia e una filosofia che profuma di benessere, quella del “positive living” che si accompagna al “positive eating”, incisa nell’iconico motto “diffondere positività dalla scodella all’anima”. Un’offerta culinaria ampia e variegata con un comun denominatore, la cura nella selezione di elementi sempre freschi e di alta qualità, per una proposta sana, gustosa e bilanciata.

E allora ho iniziato a studiare il menu. Una pagina di sides, antipastini da 4 a 7 €, gyoza (6,50/6,70 ) – e ramen, anche personalizzabile, da 11 a 15 €.

Il curry prevede appunto curry più o meno piccanti, personalizzabili, da 10 a 14 €, i teppanyaki, noodles saltati in varie versioni, sono tra i 9,50 e i 16 €.

Gli omakase, piatti speciali dello chef, vanno da 15 a 17 €. I donburi, piatti di riso al vapore saltato e condito con carni e verdure, dai 10 ai 14 €.

E ho già deciso cosa provare. Per ora mi sono appuntato un menu personalizzato per tre cene…

wagamama. Via San Pietro all’Orto 11. 20121 Milano. Tel. +39 0276011737.

Pescaria e i suoi panini in via Solari

Tanta, tantissima gente all’apertura del nuovo Pescaria in via Solari, annunciata e attesa a lungo. Davanti al primo, ancora adesso, la coda è una costante. E sono passato davanti a quello in via Solari la sera dopo l’apertura: erano le 22 passate, ed era pieno. Una formula che funziona, in un momento che vede l’apertura di diversi ristoranti dedicati alla cucina di mare – forse anche perché esce dalle proposte di sushi-sashimi e tartare di pesce che ormai imperversano ovunque.

Nati nel 2015, in Puglia (ah, già, c’è anche il fattore apulo: quanti locali pugliesi hanno aperto di recente a Milano?), arrivati nel 2016 a Milano dietro corso Como, i panini di mare dello chef Lucio Mele ve li avevamo anticipati e poi raccontati nel giorno dell’inaugurazione.

Le novità di via Solari? Anzitutto lo spazio maggiore, con molti più posti a sedere; ma anche il menu, che sfrutta la capienza aumentata per proporre anche piatti caldi, cucinati. E la capienza maggiore porta anche alla possibilità di prenotare tavoli.

Menu che comprende gli spaghettoni di mare, ma anche una cacio pepe e cozze. Il menu online non prevede i prezzi: vi aggiorneremo.

Pescaria. Via Solari, 12. 20144 Milano. Tel. +39 0236685383.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui