Guide App. Essere d’accordo con la Top 20 di Rome for Foodies

Ristoranti

Katie Parla è sbarcata sugli store delle applicazioni per iPhone, iPad e Android con Rome for Foodies, l’App che promette di guidare soprattutto i turisti stranieri o che abbiano voglia di seguirla in lingua inglese alla scoperta del buon mangiare, del buon bere e del buon fare. Rome for Foodies la potete acquistare sui relativi store al prezzo di 2,99 € e maggiori info le trovate sulla pagina dedicata di Parla Food.

Le funzionalità sono quelle più o meno classiche per un’App con la geolocalizzazione dei ristoranti nei dintorni (0,25 miglia e ricordiamo che Katie Parla utilizza la bicicletta per gli spostamenti urbani), gli itinerari suddivisi per giorni della settimana (a noi è piaciuto il martedì con l’accoppiata Bonci-Glass per pranzo e cena) mentre la schermata principale propone 5 tematiche (scuole&tour, mangiare, bere, shopping, dessert) suddivise a loro volta per scegliere la scuola di cucina, la guida in carne e ossa, il ristorante tipico o quello creativo, il wine bar e il gelato. Insomma, tutte le esperienze che Katie ha fatto a Roma e a proposto sul suo blog e qui su Scatti di Gusto nella rubrica Un’americana ti Parla.

E non poteva mancare la Top Piks, le 20 mete da non mancare, in ordine alfabetico, che potrebbero orientare in maniera risolutiva i gastro-turisti del web 2.0.

  1. Beppe e i suoi formaggi, di Beppe Giovale, location di eventi promossi da Katie
  2. DOL, Di Origine Laziale, di Vincenzo Mancino
  3. Fatamorgana, il gelato di Maria Spagnuolo a Prati
  4. Glass Hostaria, della doppia connazionale Cristina Bowerman a Trastevere
  5. Il Gelato di Claudio Torcè, all’EUR
  6. Il Goccetto di Sergio e Anna a via dei Banchi Vecchi
  7. L’Arcangelo di Arcangelo Dandini che dopo l’Armageddon è stato esportato da via Belli a Londra
  8. Il Mercato di Campagna Amica al Circo Massimo, la nuova frontiera del km0
  9. Il Mercato di Testaccio con Alvaro Mastroianni e Carmelo D’Agostino in evidenza
  10. Mesob, il ristorante etiope con i piatti vegetariani a Via Prenestina
  11. Neve di Latte, a piazza Mancini il regno di Ermanno Di Pomponio
  12. Pizzarium, la pizza a taglio dell’imbattibile Gabriele Bonci
  13. Regoli, o la pasticceria della tradizione 
  14. Roscioli, cucina e salumeria al centro della città
  15. Sciascia, il caffè al cioccolato sempre nei pressi del Vaticano
  16. Tonda, la pizzeria più gettonata di Roma
  17. Vino Roma, la nave scuola di degustazione di Hande Leimer

    Cafffé Camerino
    , a Largo Arenula
    Passaguai, sosta prediletta dopo un’escursione ai Musei Vaticani

Ora che sei lì scaricare l’App e avere la Roma più golosa sempre in tasca, potreste almeno fare qualche riflessione sulla Top 20 e inserire gli altri 3 irrinunciabili ed aiutare Katie a terminare la lista!

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.