Massimo Bottura

Pronti ai blocchi di partenza, l’edizione 2016 di Identità Golose sta per prendere inizio.

Si svolgerà dal 6 all’8 marzo la dodicesima edizione del congresso più atteso dal mondo enogastronomico italiano. Tema di quest’anno “la forza della libertà“, che vuole essere una riflessione post Expo sul valore della libera creatività e della libera convivialità.

Ma oltre alla teoria, abbiamo bisogno anche di pratica.

Ecco quindi 15 indirizzi dove andare a testare creatività e convivialità in cucina.

1. Iyo

Iyo Milano Ito Yori

Partiamo dal ristorante più vicino alla sede del congresso, Iyo in via Piero della Francesca. È stato il primo ristorante orientale d’Italia ha conquistare la stella Michelin, davvero meritata aggiungerei, quindi non si può non fare un salto per gustare alcune delle sue proposte prevalentemente nipponiche, ma con alcuni tocchi di mediterraneità. Oltre ai grandi classici – uramaki, nighiri, sushi e sashimi – preparati ad arte, nota di merito va ai gunkan, i bignè di sushi, e ai piatti di pesce e di carne come l’Ito Yori, filetti di triglia scottati con cipollotti , gelatina di limone allo zenzero e salsa al jalapeno o il Kamo, anatra con composta di tamarillo e miele d’eucalipto, wakame e cipolline confit.

Prezzo medio: 70 €

Iyo. Via Piero della Francesca, 74. Milano. Tel. +39 02.45476898

2. La Ravioleria Sarpi

ravioli

Restiamo in tema cucine orientale, ma questa volta nella versione street food della Ravioleria Sarpi. Già dal nome si evince che qui la specialità della casa sono i ravioli cinesi – di manzo e porro o maiale e verza – che vengono preparati e cucinati al momento.

Prezzo: 2,50 € (4 pezzi).

La Ravioleria Sarpi. Via Paolo Sarpi, 27. Milano. Tel +39 331.8870596

3. Ham Holy Burger

Hamburger

Se non avete voglia di sedervi al tavolo per un pranzo o una cena impegnativa, ma non volete neppure mangiare in strada potrete optare per un ottimo hamburger, ma fatto con criterio. Per Ham Holy Burger solo carne di fassona piemontese presidio Slow Food, da accompagnare con invitanti patate, sia a sfoglia che a spicchi, da intingere nelle salsine fatte in casa. I miei preferiti il chunch ovvero fassona, scamorza affumicata, bacon croccante, pomodoro, iceberg, maionese e chutney di pomodoro, o il cheesesteak, in questo caso straccetti di black angus americano, cipolla rossa, peperoni, cheddar fuso, timo e coriandolo.

Prezzo: da 9 € a 14 €.

Ham Holy Burger Via Marghera, 34/Via Palermo, 15/Viale Bligny, 39. Milano.

4. Terrazza Triennale Osteria con Vista

Osteria con Vista ristorante Milano Triennale

Se tra un convegno e l’altro volete rilassarvi su una splendida terrazza, scegliete senza esitare l’Osteria con Vista della Triennale. Non solo il panorama è mozzafiato, ma la cucina è davvero buona. Stefano Cerveri, stella Michelin del Due Colombe a Borgonato (Brescia), ha dato vita a un menu pulito ed equilibrato fatto di materie prime del territorio (caratteristiche che lo contraddistinguono da sempre).

Prezzo medio: pranzo 45 €, cena 70 €.

Terrazza Triennale Osteria con Vista. Via Alemagna Emilia, 6. Milano. Tel. +39 02.36644340

5. Il Chiostro di Andrea

il_chiostro_di_andrea_afieri_milano_01

A pochi passi dal Duomo, potete fare sosta nel suggestivo Chiostro di San Barnaba, sede del nuovo ristorante di Andrea Alfieri. A pranzo potete scegliere tra le proposte del menu lunch. A sera invece potete divertirvi a scegliere gli sgagnini proposti dallo chef (dagli 8€ ai 12€) o scegliere un menu degustazione (formula 3 o 5 sgagnini). Da non perdere gli spaghettoni con burro di alpeggio, cenere di cipolla e ristretto alle nocciole e il filetto di cervo in crosta di spezie, topinambur, jus al cynar carciofo e cialde di mais.

Menu degustazione: 28 € e 45 €.

Il Chiostro di Andrea. Via San Barnaba, 48. Milano. Tel. +39 02.5466494

6. Alice Ristorante

Viviana Varese e Sandra Ciciriello

Andare a Milano e non accomodarsi alla tavola stellata di Viviana Varese potrebbe quasi definirsi un sacrilège (come direbbero i nostri cugini francesi). Quindi entrate da Eataly, dirigetevi dritti dritti al ristorante Alice e lasciatevi coccolare da Sandra Ciciriello. Per quanto riguarda i piatti tutto consigliato, ma ecco qualche nostra preferenza: stracciatellami – gambero rosso di Santa Margherita marinato al lime, acqua di pomodoro, stracciatella e pane tostato all’aglio, l’amo reale – tortellini delicati all’acciuga, crema di cavolfiore, colatura di alici di Cetara e burro, alici marinate all’aceto, caviale beluga, adorabilis – polpo cotto a pressione, crema di patate arrostite, patate croccanti, salsa di polpo e rosmarino. Diverse anche le proposte senza glutine.

Menu degustazione: Sandrina 100 €, Viviana 130 €.

Alice Ristorante c/o Eataly Milano. Piazza 25 Aprile, 10. Milano. Tel. +39 02.49497340

7. Tre Cristi

Paolo LoPriore Tre Cristi aperitivo

Ve ne avevamo dato notizia ancora con i lavori in corso, poi ci siamo tornati a cose fatte e i primi assaggi di i Tre Cristi, come ci si poteva immaginare da Paolo Lopriore, non ci hanno deluso, anzi. Il tempo poi ha affinato il tutto. Questo per dire in sostanza che dovete provare la sua attuale proposta, sia perché siamo dinnanzi a un genio creativo e sia perché da sempre la sua proposta si modella in base alla stagione e al mercato. In attesa della sua nuova apertura ad Appiano Gentile, è ancora consulente qui ai Tre Cristi: approfittatene.

Prezzo medio: 100 €.

Degustazione lunch: 50 €.

Tre Cristi. Via Galileo Galilei, 5. Milano. Tel. +39 02.29062923

8. Ristorante Berton

brodo di pesce pasta Andrea Berton

Altro luogo di eccellenza in quel di Milan è sicuramente il ristorante di Andrea Berton. Lo chef stella Michelin propone una cucina dai sapori riconoscibili e ben calibrati e in cui alcuni piatti talvolta possono ergersi a grandi protagonisti, come è stato con il brodo divenuto inconsapevolmente la guest star di un intero menu, consigliatissimo.

Menu degustazione: 120 €. Menu tutto brodo: 135 €.

Ristorante Berton. Via Mike Buongiorno, 13. Milano. Tel. +39 02.67075801

9. Contraste

Matias Perdomo Contraste

Potremmo quasi dire una cucina a uso e consumo dei commensali. Si perché da Matias Perdomo il menu lo si costruisce attraverso il dialogo con il cliente. Si cerca di percepire i desideri della persona che di volta in volta si ha di fronte e si compone il menu più adatto alla richiesta. Questo porta a tre possibilità: vi dà totale via libera alla fantasia di sale e cucina (130 €); ci si affida al percorso classico più o meno definito ma sempre modificabile (80 €) oppure si selezionano due (65 €) o tre piatti (80 €) dalle scelte del giorno. Siete pronti a scegliere il vostro percorso.

Contraste. Via Meda, 2. Milano. Tel. +39 02.49536597

10. 28 Posti

ombrina 28 posti

Se a tavola siete di quelli che amano divertirsi e apprezzano le sorprese, Marco Ambrosino è lo chef che fa per voi. Al 28 Posti infatti non esiste un menu tradizionale, niente antipasti, primi, secondi (solo qualche delizioso cavallo di battaglia), e il resto delle portate seguono il percorso disegnato di volta in volta dallo chef. In ogni caso siete in mano sicure e vi alzerete da tavola estremamente soddisfatti.

Menu degustazione: 5 assaggi 45 €, 8 assaggi 65 €, 10 assaggi 75 €.

28 Posti. Via Corsico, 1. Milano. Tel. +39 02.8392377

11. Tokuyoshi

nuovo-Ristorante-Tokuyoshi-Milano

La sua cucina, ferocemente criticata lo scorso anno, è stata ufficialmente consacrata tra le migliori della città: stiamo parlando di Yoji Tokuyoshi nuova stella Michelin. I suoi piatti di chiara tradizione italiana e lavorati secondo saperi e tecniche giapponesi hanno conquistato infatti i palati degli ispettori della mitica rossa. Non lo avete ancora provato? Bene non indulgiate oltre, sarà una grande bella scoperta.

Menu degustazione: Italia incontra il Giappone 90 €, Contaminazioni 100 €.

Tokuyoshi. Via San Calocero, 3. Milano. Tel. +39 02.84254626

12. Al mercato

Hamburger Al Mercato

Prima entrate, poi scegliete la proposta che fa per voi. Al mercato infatti potrete prediligere il ristorante o il burger bar (ma anche noodles in via Bliny e tapas bar in via Casale). Non sarà facile orientarsi tra le proposte,quello che vi consigliamo noi è di seguire il vostro istinto del momento e vedrete che ne rimarrete contenti. Noi nell’ultima visita abbiamo optato per un ricco e saporito hamburger divertendoci ad aggiungere agli ingredienti base cheddar, bacon e avocado.

Prezzo: hamburger 13 €, aggiunte da 1,50 € a 7 € per il foie gras.

Al Mercato. via Sant’Eufemia, 16. Milano

13. Rossopomodoro

margherite Vincenzo Capuano

E ora un porto sicuro dove approdare per mangiare una buona pizza napoletana: Rossopomodoro. Diverse le pizze proposte, generalmente quando mi trovo qui scelgo margherita o marinara, il grande classico e per noi terroni la vera pizza verace, ma consigliatissimo anche il calzone. A via Sabotino c’è Vincenzo Capuano, pizzaiolo da tre generazioni che ha meravigliato moltissimi avventori con il suo super impasto che gareggia a Las Vegas proprio in questi giorni.

Prezzo: marinara 6 €, margherita 6,50 €, calzone 9 €.

Rossopomodoro. Viale Sabotino, 19. Milano. Tel. +39 02.58328501

14. Marghe

pizza Marghe Milano

Ancora pizza con Marghe, la nuova pizzeria aperta da Matteo Mevio. Una scelta quella di Matteo chiarissima: una piccola proposta per un’eccellente qualità, il menù infatti propone 6/7 pizze, più una proposta stagionale e una vegana (quest’ultima varia mensilmente).

Prezzo: margherita 8 €, stagionale 12 €.

Marghe. Via Cadore, 26. Milano. Tel. +39 02.54118711

15. L’altra Isola

l-altra-isola

È il posto perfetto per gli amanti della cucina meneghina. Nel menu costolette con o senza osso, risotti e tutto quello che è tradizione. Ma è il piatto unico di ossobuco con risotto il vero principe della tavola di L’altra Isola: ricco, sontuoso e soprattutto abbondante (in sostanza un vero piatto unico). E possiamo affermarlo con estrema tranquillità, questo è uno degli ossobuchi con risotto più buoni di tutta Milano.

Prezzo: ossobuco con risotto 30 €.

L’altra Isola. Via Edoardo Porro, 8. Milano. Tel. +39 02.60830205

E voi, avete altri posti da suggerire ai visitatori di Identità Golose?

[Immagini: Scatti di Gusto, Camilla Sacerdoti, Alessia Saro, Tripadvisor]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui