Quest’anno sarà Enrico Bartolini, chef a 8 stelle Michelin (è il nuovo 3 stelle a Milano con il Mudec), a preparare la cena che seguirà la Prima della stagione d’opera e balletto 2019/20 del Teatro alla Scala di Milano. L’opera inaugurale sarà la Tosca di Giacomo Puccini, toscano come Bartolini, l’uno di Lucca, l’altro di Pistoia.

E quindi lo chef pistoiese ha preparato il menu della cena inaugurale (che si terrà nei saloni della Società del Giardino) con un occhio di riguardo alla regione di origine di entrambi. Ci saranno anche dei brindisi negli intervalli con Bellavista, che accompagnerà anche tutta la cena.

Il menu della Cena della Prima

Melanzana alla brace

Minestra di cavolo nero e piccione

Ceci, seppioline e cacciucco

Omaggio a Cavaradossi
Risotto Gran Riserva Gallo alle rape rosse e salsa al gorgonzola

Tenerezza di vitello
Tenerezza di vitello con salsa affumicata, curcuma e millefoglie di funghi e patate

Albero di arance
Albero di arance con gelato al cioccolato ai 3 fondenti Amedei e zabaione al rum

Caffè Borbone

I Vini
Bellavista Franciacorta Grande Cuvée Alma Non Dosato
Bellavista Franciacorta Teatro alla Scala Vintage Brut 2014
Petra Toscana rosso 2015
Bellavista Franciacorta Nectar Demi Sec

L’omaggio alla Toscana si manifesta nel cacciucco, nella minestra con il cavolo nero, e nel cioccolato del dolce, che è di Amedei, ditta toscana di Pontedera. Ma c’è anche un omaggio a Cavaradossi, lo sventurato protagonista maschile dell’opera (Francesco Meli per la Prima di Sant’Ambrogio sarà Francesco Meli; al suo fianco, Anna Netrebko come Tosca): il piatto-simbolo ormai di Bartolini, quel risotto con rape rosse e gorgonzola che lo segue fin dagli inizi della sua carriera e che ogni colta ti stupisce come se fosse la prima. Rosso barbabietola a significare il sangue versato a profusione nell’opera…

Per i vini invece ci si è affidati allo sponsor, ormai da 15 anni, dal completamento cioè del rinnovamento del Teatro, ovvero a Bellavista, che ha curato tutti gli abbinamenti cibo-vino della serata. A partire dal Brut Millesimato che è ormai il “vino ufficiale” della Scala.  

Mangiare nei dintorni del Teatro alla Scala

Mangiare al Foyer del Ristorante Teatro alla Scala ricordando Marchesi

Il ristorante di Identità Golose

Voce di Aimo e Nadia

Seta del Mandarin Oriental

Il ristorante di Cracco in Galleria

Il bistrot di Cracco in Galleria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui