Gli appuntamenti per enoappassionati e professionisti del vino quest’anno si annunciano particolarmente fitti e interessanti.

Che siano dedicati alle espressioni tipiche di una singola regione, oppure alla riscoperta dei vitigni autoctoni  – che stanno vivendo stagioni importanti – per chi ama le bollicine, o preferisce rivolgersi al vino naturale (a prescindere dalle polemiche di settore), sarà un mese quanto meno interessante.

Le grandi città – Roma su tutte  – sono privilegiate, ma anche la provincia avrà l’occasione di dire la sua.

1. Nebbiolo nel cuore (Roma, 12-13)

La sesta edizione dell’evento organizzato da Riserva Grande, che riunisce tutte le espressioni del vitigno nebbiolo in un evento che diventa ogni anno più importante. Barolo, Ghemme, Gattinara, Boca, Carema e Bramaterra fino alla Valtellina e altre chicche territoriali con banchi d’assaggio e seminari tematici. Ingresso: 25 €, per sommelier (dietro presentazione della tessera associativa) 20 €. 

Centro Congressi Cavour. Via Cavour 50/A, Roma. Info e accrediti: Riserva Grande

2. NOT Rassegna dei vini franchi (Palermo, 12-13-14)

Banchi d’assaggio con oltre 100 produttori da tutta Europa e seminari per la prima edizione dell’evento che mette al centro la figura del vignaiolo: il vino come espressione prima di tutto del territorio e dell’artigianalità di chi lo produce. Focus dell’edizione sarà la viticoltura biodinamica, presente con il raduno annuale di Renaissance Italia, branca nostrana di Renaissance Des Appellations, movimento fondato da Nicolas Joly che conta oltre 200 cantine affiliate. L’ingresso e l’accesso ai banchi d’assaggio costa 16,24 € in prevendita su Eventbrite.

Cantieri Culturali alla Zisa. Via Paolo Gili, 4. Palermo. Info: NOT

3. ViniVeri (Assisi, 14)

L’anteprima umbra dell’evento nazionale dedicato ai vini naturali, che quest’anno avrà luogo a Cerea (Varese) dal 5 al 7 aprile prossimo. Per questo primo assaggio, l’appuntamento è con una sessantina di produttori tra Italia e Slovenia, che all’uva aggiungono solo il loro lavoro. L’ingresso costa 20 , compreso calice e libretto degustazione.

Hotel Valle di Assisi. Santa Maria degli Angeli (Perugia). Info: ViniVeri

4. Io Bevo Così (Milano, 14)

Si parla di vino naturale, biologico o biodinamico e saranno ben 800 le etichette tra Italia, Grecia, Francia e Spagna, presenti alla sesta edizione di Io Bevo Così, evento dedicato agli operatori  Ho.Re.Ca. e alla stampa di settore. Ai banchi d’assaggio, aperti dalle 10 alle 18:30, saranno presenti i produttori.

Excelsior Hotel Gallia. Piazza Duca D’Aosta, 9. Milano. Info e accrediti: Io Bevo Così

5. Tutti i colori del bianco (Genova, 14)

Evento organizzato da GoWine, che vede protagonisti i bianchi d’autore italiani, dalle Alpi alla Sicilia. Per molte etichette, ai banchi d’assaggio sarà possibile degustare vini di annate diverse per capire l’evoluzione e le differenze tra le varie vendemmie. Alla Lugana sarà dedicato un seminario di approfondimento alle ore 19.00. Ore 18:00 conferenza d’apertura e alle 18:30 apertura dei banchi d’assaggio. Ingresso: 18 € (pubblico), 12 € (soci GoWine), 15 € (sommelier con tesserino)

StarHotel President. Corte Lambruschini 4, Genova. Info e accrediti: GoWine.

6. Spumantitalia (Pescara, 18-19)

Metodo Classico, Charmat o Ancestrale? Qualunque sia la vostra scelta, sarà ai banchi d’assaggio di Spumantitalia, workshop del vino spumante che in due giorni vuole fare il punto sullo stato del settore delle bollicine italiane, con seminari e tavole rotonde che si snodano nella giornata di venerdì e la mattinata di sabato.

Info e prenotazioni ai seminari: Spumantitalia

7. Sangiovese purosangue (Roma, 19-20)

L’ottava edizione del salone dedicato al Sangiovese promossa da Enoclub Siena torna, come di consueto, nelle sale del Radisson Blu con grandi aziende della Toscana, ma non solo: Umbria, Romagna e persino Sicilia. Due giorni tra banchi d’assaggio e seminari d’approfondimento (consigliabile la prenotazione). Ingresso: 25 € (30 per le due giornate), 20 € in prevendita, 15 € soci Enoclub.

Radisson Blu. Via Filippo Turati 171, Roma. Info e prenotazioni: EnoClub Siena

8. Bacco a palazzo (Ferrara, 19-20)

Nella cinquecentesca cornice di Palazzo Roverella a Ferrara torna, per la quarta edizione, la mostra-mercato del vino italiano che si propone come trait d’union tra piccoli produttori e pubblico degli enoappassionati. I banchi d’assaggio saranno aperti per la degustazione e la vendita dalle 10 alle 18 in entrambe le giornate. Ingresso: 15 € (20€  per le due giornate), soci AIS 10 €  (15 per le due giornate).

Palazzo Roverella, Corso della Giovecca 27, Ferrara. Info: Bacco a Palazzo

9. Autoctono si nasce (Milano, 24)

Solo autoctoni e in circa 70 varietà i protagonisti di questa decima edizione dell’evento che ormai ogni anno attendono gli appassionati e i professionisti del settore, a conferma della vitalità e della multiformità del patrimonio enologico italiano. Ingresso: 20 €, 17 € riduzione per associazioni di settore (13 € soci GoWine).

Hotel Michelangelo. Piazza Luigi di Savoia, 6. Milano. Info e accrediti: GoWine

10. Vignaioli Naturali (Roma. 26-27)

Quest’anno per il decimo compleanno, l’evento organizzato da Tiziana Gallo ha in serbo belle sorprese. Dalle 14.00 alle 19:00 percorsi degustazione da nord a sud della penisola con la presenza dei produttori che potranno raccontare la propria filosofia di vinificazione, ma anche di alcuni birrifici artigianali e proposte enogastronomiche. Ingresso: 25 € (40 per le due giornate).

Hotel The Westin Excelsior Rome. Via Vittorio Veneto, 125. Roma. Info: ViniNaturali

11. Wine&Siena (Siena, 26-27)

Vino che vince non solo non si cambia, ma si fa assaggiare: Merano Wine Award sbarca anche in Toscana e porta in degustazione i migliori produttori italiani selezionati tra i vincitori del concorso altoatesino. Sarà un evento diffuso, nel senso che per le sue diverse espressioni userà spazi nei palazzi storici del centro cittadino. Ingresso: 60 € (due giorni), 45 € (giornata intera, 11:00 – 19:30), 30€ (mezza giornata 15.30 – 19:30)

Info e accrediti: Wine&Siena

12. Mortadella&Wines (Bologna, 28)

I puristi del calice storceranno il naso, ma l’abbinamento ha le sue priorità: e l’oro rosa di Bologna dirà la sua nel corso della quarta edizione di Mortadella&Wines, in cui verrà presentata una selezione di vini pensati per accompagnare al meglio il gustoso salume.

Hotel Relais Bellaria. Via Altura 11/bis. Bologna. Info e accrediti: GoWine

13. Grandi Langhe (Alba, 28-29)

Arriva alla quarta edizioni Grandi Langhe, evento riservato agli operatori che si tiene nella città di Alba, capitale del vino e del tartufo bianco.

La prima novità riguarda il calendario: Grandi Langhe è in programma il 28 e 29 gennaio e quindi è il primo evento professionale italiano dell’anno. Per questa edizione, le giornate sono due anziché tre e il palcoscenico è la città che è il cuore della terra dichiarata patrimonio culturale dell’Unesco.

Più di 1500 vini docg e doc proposti da oltre 250 cantine vinicole coinvolte. Sarà possibile assaggiare le migliori annate di Barolo, Barbaresco, Dogliani, Roero e Diano e non solo.

L’organizzazione è a cura del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e del Consorzio del Roero.

Come è ormai tradizione dal 2013, sarà possibile prendere parte alle degustazioni delle numerose etichette e tipologie (su tutte Barolo e Barbaresco), con la presentazione delle nuove annate, e confrontarsi direttamente con i produttori presenti per farsi raccontare storie, lavoro e vendemmie.

Grandi Langhe. Alba. Iscrizione online a questo link

Per gennaio è tutto. Ma il vino d’inverno continua a febbraio, con un altro mese ricchissimo di degustazioni.