Il meglio della settimana tra food vintage e pizza-champagne

Sentori di Natale. Li intuisci, nonostante l’austerity, dai lettori in transito sui motori di ricerca e in approdo sui lidi di Scatti nell’ansiosa ricerca della ricetta delle feste e dell’idea regalo.

A loro vanno i primi suggerimenti natalizi: i mercatini d’Oltremanica, le bollicine per gli auguri e la ricetta vintage dell’insalata russa. Il resto verrà, senza ansia da prestazione.

Nell’ormai famigliare alternanza piacere-fastidio che rallegra l’inizio di settimana Federica Bernardo (ri)attraversa quello spartiacque esistenziale che divide una vita senza vino e una vita da felici enocompetenti.

Il lunedì è anche il giorno dedicato all’affollato mondo dei food blogger. E nel firmamento, si sa, c’è sempre qualche stella che brilla di più.

Per cinefili e gourmet già in debito d’ossigeno dopo la clamorosa chiusura de ElBulli, arriva Gereon Wetzel, il cineasta tedesco che al Cocinero e alla sua ormai mitica cucina ha dedicato un docufilm. Lo ha intervistato Franca Formenti.

Scatti di Vino parte con un bilancio di Enologica e con OperaWine, l’ambizioso progetto che vede Vinitaly in team con Wine Spectator nell’organizzazione di un super tasting, in agenda per il 25-26-27 e 28 marzo, a Verona. Poi Alessandro Bocchetti sale su, fino a Montalcino, tra i vigneti-giardino di Poggio Antico.

Fitto di eventi il carnet dell’Italia enogastronomica. Abbiamo provato a stargli dietro partecipando all’amichevole della pizza alla Gatta Mangiona, a Roma, ad una cena Al Salotto Culinario senza Adriano Baldassarre (ma con Alessandro Liuzzi!), alla serata di gala dedicata alle nuove stelle Michelin di Sicilia, alle degustazioni organizate per i 50 anni del Consorzio San Daniele, ai 500 anni dello zampone di Modena, dove Bottura ha steso la sua sfoglia, e gironzolando per Eat’s, il nuovo monumento milanese del gusto.

Davide Oldani e Ninomiya Yoshikazu firmano le due ricette della settimana: il rafano al cucchiaio e gli spiedini di melanzane, manzo e foie gras. Le tre zucche di Roma, Lorenzo di Forte dei Marmi e il Tempio del Gusto a Spoleto il tris dei ristoranti.

Per Agnese Malatesti è un’altra domenica del riscatto quella insieme a Danny a preparare la crème brûlée, la ricetta dell’esclusione da Masterchef. Che mercoledì manda in onda la puntata ad un passo dalla finale. Quella con Gualtiero Marchesi e l’addio di Imma.

E mentre a Milano si consuma il gran finale la brigata dei 9 ex mastercheffini traslocherà a Roma, nella cucina di Dino De Bellis, per preparare il menu della vittoria. Chi di voi ci sarà?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui