briscola-piero-della-francesca-pizzaok

Finalmente: Briscola!

No, no – niente ludopatie, per carità. E poi ve lo avevamo già pre-detto: ha aperto in Pier della Francesca Briscola Pizza Society, il secondo locale dell’omonima pizzeria aperta un anno e mezzo fa tra Porta Vittoria e Porta Romana.

briscola-piero-della-francesca-pizzineok

Un successo, evidentemente: se non bastasse questa seconda apertura milanese, ricordiamo la Briscola di Firenze, il premio dei lettori del Gastronauta di Davide Paolini come miglior pizzeria d’Italia per il 2015. E – briscola! – la progettata apertura di quattro punti vendita a Londra.

briscola-piero-della-francesca-tavolo

Probabilmente non ce ne saranno altri a Milano, per cui cominciate a consultare googlemappe e stradari per vedere come arrivarci al meglio – o eventualmente controllare i vari servizi di delivery. Io sono a posto, grazie: la Briscola di via Fogazzaro è abbastanza vicina a casa, e la Briscola nuova è nella via parallela a quella del mio ufficio, ovvero esattamente dall’altro lato dell’isolato…

briscola-piero-della-francesca-internibriscola-piero-della-francesca-social

Tra l’altro, qui fino a qualche mese fa – ahimé – c’era Zen Ci, un buonissimo cinese, creativo originale e poco costoso.

Mi dispiace veramente moltissimo. E ancora prima – combinazione curiosa – c’era la pizza al trancio “da Marino“, locale storico, dove hanno imparato a fare la pizza, mi hanno raccontato gli amici di Foodation, il primo pizzaiolo di Spontini e Giuliano, ovvero un’altra pizza al trancio storica, in Paolo Sarpi.

Tanta – bella – gente alla serata inaugurale, settimana scorsa, tante belle pizze in giro per le due salette del locale, assaggiate un paio al volo – mi piacciono ancora – tanto ci torno…

briscola-piero-della-francesca-vetribriscola-piero-della-francesca-pizzaioli

Il format, così come l’aspetto generale del locale, è rimasto lo stesso, dallo slogan In Pizza We Trust all’idea di condivisione; in più, oltre alle birre, è arrivato il vino. Mi dicono che l’impasto (a base di farina tipo 0 e farina integrale) in questi mesi è stato perfezionato: mi riprometto di studiarlo da vicino nelle prossime settimane.

briscola-piero-della-francesca-menu

Il menù – idem.

pizza-milano-briscolapizze-briscola-milano

Tra gli invitati, amici e colleghi: e ho chiesto loro un commento su questa Pizza Society.

alice-balossi

Alice Balossi, concorrente di Bake Off Italia, scrive I dolci di Alice:

“Finalmente una buona pizzeria sotto casa! Il locale, che si distacca totalmente dai soliti clichè della classica pizzeria, invoglia a trascorrere delle belle serate in compagnia (merito anche delle caraffe di birra). Le pizze, di piccolo formato e servite in coppia sono leggere e originali, vien voglia di provare tutto il menù!”

Ezio Ponari di Io e Margherita (non la fidanzata ma proprio lei, la pizza per antonomasia)

“Serata bellissima! Nonostante il frenetico contesto inaugurale e l’apertura recentissima le pizze sono già di ottimo livello. L’impasto è morbido e ben lievitato, i topping gustosi e indovinati. Le quattro pizzine che ho mangiato erano leggere ed equilibrate. Tornerò tra un paio di settimane per recensire la mia adorata Margherita 🙂 Ho apprezzato molto le sedute, che sono finalmente più comode rispetto alla sede di via Fogazzaro. Bravo Riccardo!”

briscola-piero-della-francesca-uomosenzatonno

E l’immaginifico Uomosenzatonno (aka Marco Giarratana, sì, proprio lui, il nostro fascinoso collaboratore), che dimostra una volta di più i danni che possono derivare dallo stare, appunto, senza tonno…

“Noncurante dell’essere stato male stanotte, ho intimato alla mia flora intestinale di tornare a regime, pena l’esilio dentro il corpo di una lumaca bavosa e mi sono diretto da Briscola pizza Society per l’inaugurazione della nuova sede di via Piero della Francesca 31 a Milano e mi autosfido assaggiando alcune delle mezze-pizze in menù, tipo queste con fior di latte, pomodoro, pomodori secchi e nduja e con provolone, friarielli e salsiccia di Norcia. Come dice il TonnoGatto: Miao.”

briscola-piero-della-francesca-orfeo-cane-pizza

E per finire il parere di un estimatore di Briscola (come del resto lo è anche Alessia Saro, ovvero Foodfordummies).

Briscola! Via Pier della Francesca, 31. Milano. Tel. +39.0234538833

[Immagini: Briscola ©carolinaprieto, iPhone Emanuele Bonati, Alessia Saro]

12 Commenti

      • Meno male, mi sento rassicurato. A Napoli una pizza a portafoglio sta 1 euro, 1 euro e 50. La margherita da 30-35 cm arriva a 4,50
        Io metto gli occhiali, tu attacca il cervello

        • Cervello attaccatissimo, molto più di quello di uno che commenta la differenza di prezzi tra due città. Chiediti magari quanto costa l’affitto di un locale commerciale a Napoli e fai il confronto con Milano, poi rifatti vivo con dei paragoni senza alcun senso.

          • Caro Gennaro comprendo il fatto che il tuo stato di disadattato nei confronti della tua psiche ti faccia credere di avere il diritto di parlare dei sistemi nervosi centrali altrui, tuttavia dovresti cercare di frenare questi impulsi autodistruttivi.
            Ciò premesso, prima di fare una valutazione ti chiederei se sei mai stato in entrambi i posti; poichè se così fosse stato avresti saputo che da Sorbillo si paga il coperto di ben 2,50 euro, quindi al tasso di cambio Euro-Pizzaaportafoglio che applichi nel tuo privasto stato sovrano di incoscenza, si traduce in circa due libagioni. Se poi avessi mai avuto la ventura (che si sarebbe tradotta in sventura per i poveri esercenti) di mangiare la pizza da Briscola, ti saresti anche accorto che le due “pizzine” sono ben più abbondanti in impasto e condimento di una pizza di sorbilliana memoria.
            A chiosa aggiungo anche che se per caso avessi mai varcato nell’ultimo anno la soglia di casa Sorbillo al Duomo avresti anche registrato in fatto che ad oggi la sua margherita è una delle peggiori sul panorama milanese nella categoria quasi-napoletane (senza dilungarci in disquisizioni tecniche, il mio cervello distaccato è a pranzo in questo momento e non potrei reggere la fatica). Con immutata stima, Eginardo

  1. Torniamo a bomba: incuriorisce la proposta “du’ pizze” al posto del piattone diam. 32.
    Mi sa tanto che alla prima occasione milanese me lo provo!
    P.S. intravedo solo le iniziali della lista delle birre. Se nel frattempo volessero emanciparsi da quel singolo marchio, farei la prova ancor più felice! 🙂

  2. Eginardo, mi soffermo sulla tua fantasiosa – eppur rispettabile – affermazione “quella di Sorbillo al Duomo è una delle peggiori sul panorama milanese nella categoria quasi-napoletane” e ti chiedo, se ti è possibile rispondermi: “quasi-napoletana” cosa significa? Buona giornata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui