Ci sono delle idee che partono da posti abbastanza improbabili, o impensabili: come quella di aprire un ristorante cinese fusion elegante in mezzo ai capannoni industriali di un centro dell’hinterland milanese. È stata l’idea di Liwei Zhou, ovvero  Mu Fish, aperto a Nova Milanese un paio d’anni fa. Se la va’, la g’ha i gamb, diciamo a Milano: e a Milano l’idea è arrivata ed è diventata, con qualche modifica, Mu DimSum, sotto la guida di Suili Zhou, moglie di Liwei.

Che ora porta una nuova declinazione di Mu a Torino: si chiamerà Mu Bao, e aprirà a breve in via Accademia delle Scienze, a due passi dal Museo Egizio.

Sarà un piccolo locale, modello street food, quindi con pochi posti e molto asporto (ma è previsto anche un dehors), interamente dedicato ai bao, o baozi, morbidi panini, ripieni di carne o di verdure, cotti al vapore.

Da MU DimSum sono al lavoro già da mesi sulle ricette e sugli ingredienti. Se infatti ci saranno i bao nelle versioni classiche, ma il punto di forza dei vari Mu sta nella ricerca di versioni e accostamenti moderni, ben pensati e ben realizzati, in una direzione autenticamente fusion delle ricette, non di sovrapposizione o contrapposizione delle culture gastronomiche, ma di accostamento e di fusione, appunto.

A questo scopo è stato allestito un nuovo laboratorio, dedicato proprio alla preparazione dei bao, a fianco della cucina di Mu DimSum.

Possiamo già anticipare qualcuno dei Bao che saranno nel menu di Mu Bao, e che si possono già trovare nei menu di Mu DimSum e di Mu Fish. O che, volendo, si potranno assaggiare qiesto weekend a Golosaroia.

  • Bao Bao 生煎包 – Panino al vapore con ripieno di maiale bio e cipolla.
  • Char Siu Bao 叉燒包 – Panino alla griglia con ripieno di maiale bio caramellato. Origine: provincia di Guangdong.

  • Black Char Siu Bao 黑金叉燒包 – Panino nero al vapore con tocchi d’oro e ripieno di maiale bio caramellato.
  • Bao alla crema 奶皇包 Panino al vapore ripieno di crema all’uovo d’anatra.
  • Peking bao 鴨肉包 – Panino al vapore con ripieno di anatra alla pechinese.
    Veg bao 蔬菜包 – Panino al vapore con ripieno di verdure.

Ma non ci saranno solo i bao. Ci saranno anche altre specialità della cucina cinese (autentica, lo sottolineiamo: è una linea portata avanti dagli Zhou come da una serie di altri locali, qui a Milano), come il Jiaozi [#餃子].

Un famoso “comfort dish” Cinese, diffuso anche in Giappone sotto il nome di Gyozas [ギョーザ o ギョウザ] . A quanto pare i soldati Giapponesi, durante l’invasione della Cina durante la II Guerra Mondiale, se ne sono talmente innamorati da riportare a casa la ricetta, rendendo questo piatto, con qualche variazione, un loro piatto tradizionale.
Si narra che il Jiaozi sia stato inventato da un medico cinese alla ricerca di una cura per le “orecchie congelate”, quindi quale miglior cura se non far mangiare ai suoi pazienti dei ravioli appena fatti ripieni di carne ed erbe mediche.

Un’antica tradizione cinese raduna famiglia e amici durante il Capodanno per la preparazione dei Jiaozi, considerati di buon augurio in quanto la loro forma assomiglia a un’antica moneta cinese.

Quello nella foto sopra è il GuoTié, con brasato di maiale rigorosamente biologico, cipollotti e cipolle, cotto al vapore per renderlo soffice e soffritto in padella per regalargli la giusta croccantezza.

Appuntamento a Torino nelle prossime settimane, dunque. Ma Liwei e Suili siete avvisati: voglio un Mu Bao anche a Milano.

Mu Bao. Via Accademia delle Scienze, 2e. Torino. Tel. +39 3338784657.