Tendenza #sfigato. Ditemi se lo sono questi chef a più di 28 anni

Notizie

A sentire il vice-ministro Michel Martone “provocare” durante la giornata dell’apprendistato organizzata dalla Regione Lazio nell’ex opificio della Telecom, qualcosa mi ha girato. E non proprio tutto all’altezza delle palle degli occhi.

Riassumo per coloro che non hanno seguito gli hashtag #Martone e #sfigato con le parole riportate da Repubblica:

Dobbiamo dire ai nostri giovani – dice il vice della Fornero – che se a 28 anni non sei ancora laureato sei uno sfigato, se decidi di fare un istituto tecnico professionale sei bravo. Essere secchione è bello, almeno hai fatto qualcosa.

Lascio ai critici del pensiero sociale e solidale le affermazioni del giovane 38 enne già vice-ministro di cui potete leggere un pronto ritratto di Susanna Turco in cui si rimanda ad amicizie e a meccanismi oliati che avrebbero permesso al giovine di arrivare al dottorando a soli 23 anni (sì, confesso, a quell’età stavo ancora a girovagare sotto i portici di via Zamboni), ma un dubbio mi è venuto: a quale età si diventa chef affermati, casomai dopo aver frequentato un bell’istituto professionale per non deludere il vice-ministro secchioncello?

Insomma, Lorenzo Cogo ha aperto il suo El Coq e ha soli 25 anni. Dicono sia bravissimo, ma tanto per darvi un’idea la Guida del Gambero Rosso gli ha assegnato una modesta forchetta e un 76/100.

Meglio Pier Giorgio Parini, amatissimo su queste pagine che ha preso la sua prima Stella Michelin a 33 anni. Potrebbe funzionare la stella come laurea? Non sono 28 anni, ma pur giovane sarebbe.

So che state pensando a Massimiliano Alajmo, enfant prodige della cucina italiana che nel 1996 a soli 22 anni prende 2 stelle Michelin e nel 2002, giusto a 28 anni, prende la terza stella Michelin: laurea, dottorato e cattedra, insomma. Rientra nelle statistiche di Michel Martone.

Quindi penserete voi, i Jeunes Restaurateurs d’Europe saranno tutti enfant al di sotto dei 28 anni. Sbagliato. Sono giovani fino al 37°anno d’età. Under 40 come il giovane esponente del governo italiano.

Vediamone qualcuno:

Ora mica mi vorrete dire che superati i 28 anni sono tutti sfigati perchè vorrei essere sfigato come uno di loro. E sicuramente ne avrò dimenticati un altro centinaio che non saranno ai super vertici ma hanno molto da dire.