La settimana con Franco Aliberti e il contest di Sdg, aspettando Romeo

Tempo di lettura: 1 minuto

L’attesa, a Roma, è per Romeo, il nuovo locale di Bowerman-Spada-Roscioli, architettura intrigante e formula trina (gastronomia e pane, pausa pranzo, ristorante).

Aspettando anche la guida Michelin 2013, ristorazione in prima linea con il contest fotografico di Scatti di Gusto per la Rome Restaurant Week. E con gli chef che firmano goduriose ricette.

Come la pasta e patate di Franco Aliberti, pastry chef dell’Osteria Francescana.

O l’uovo 65% carbonara di Roy Caceres.

Con l’apertura di Anema e Cozze, a Roma, raccontata da Chiara Valzania, con un focus sulla cucina presidenziale americana, ieri e oggi, e con il divertente racconto di Emanuele Bonati della presentazione di PappaMilano, la guida del gastrorecensore più nerovestito dell’universo.

Lo spazio della buona cucina low cost è presidiato, questa settimana, da Luca Formenti che visita La Cucina del Toro, a Milano. Quello dei panini è occupato da Miss Schiscetta e dall’hamburger di ‘Ino, in vetrina a Eataly Roma, assaggiato da Andrea Sponzilli.

La magia del ricordo si rinnova con Gianni Ferramosca. E questa settimana ha un nome altisonante: è l’artista tedesco Joseph Beuys, cuciniere per passione, autore, anche, di un libro di ricette.

L’emozione dell’immagine è ingrediente fisso delle ricette di Donatella Papi. Questa volta di scena è la zucca, in coppia col cous cous.

In alto i calici con il Brunello di Montalcino nella top ten di Maurizio Valeriani e con il punto di Antonio Paolini sulle migliori annate di Champagne mentre Paolo Trimani assaggia e dà i voti a 6 annate di Montepulciano d’Abruzzo Spelt.

Il bis di Carlo Bertilaccio questa settimana è con il distillato di albicocche di Goelles (galeotto fu il concerto viennese di Regina Spektor) e con un grande whisky, l’Isle of Jura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui