Milano. La piadina cinese di Mr. Pie in Paolo Sarpi, la recensione

Locali

Il conteggio delle nuove aperture in via Paolo Sarpi e nelle zone limitrofe ha subìto un’impennata – vediamo di fare un punto, probabilmente provvisorio, della situazione.

C’è Bokok, nuovo ristorante di dim sum nel tratto iniziale della via; c’è Soul, verso il fondo di Paolo Sarpi, che dovrebbe essere un cocktail bar, almeno a sbirciare dalla saracinesca abbassata; c’è Gu-Mi Delicatezze di Pesce; in via Canonica ci sono Bellavia, Takumi e Cookies’n’cream, e non c’è più Molina Milano (per sicurezza, preciso: le saracinesche sono sempre abbassate, le ultime attività sui social si fermano mi sembra a maggio 2019), forse un record, negativo, di durata.

La piadineria cinese Mr. Pie

“Sbucata” all’improvviso fra le insegne della via, Mr.Pie è in pratica una piadineria, ma cinese. E ovviamente le piadine cinesi somigliano alle nostre romagnole, ma l’impasto è arricchito con diversi ingredienti, e la farcitura è all’interno.

Le varie proposte del menu vanno da 1 a 3 €, e vengono descritte chiaramente sia in cinese (ok – non so il cinese, ma immagino che la spiega sia chiara) che in italiano (con qualche refuso) – le descrizioni sono scritte con le stesse dimensioni, ovvero quelle italiane non sono in corpo microscopico. E, diversamente da quanto accade in alcuni locali di recente apertura, l’italiano è la lingua corrente.

Le piadine vengono tenute al caldo in una specie di tripode basso.

Le piadine vengono anche vendute a pezzi, a ritagli, più o meno piccanti, da passeggio: molto buone. 3 €.

Anche la piadina di Jinyun (farina, maiale, verdura conservata, sale, caramello, sesamo) mi è piaciuta, nonostante fosse un poco secca qua e là. 3 €.

Mr.Pie. Via Paolo Sarpi, 24. Milano.

Scatti di Gusto in Paolo Sarpi

Il ramen di Takumi

Gu-Mi Delicatezze di Pesce

I baozi di BaoZi

Bellavia-Vasa Vasa e Cookies’n’Cream

Sushi Fun

Beijing Traditional Roll e Collo d’anatra

Street Mozzarella

Pinsa Per Te

Sotto Sotto Enoteca Bistrot

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.