Usciamo dal tracciato della pizza tradizionale per scoprire Veratti a Varese dove si fa raramente menzione de “la pizza” per il grande rispetto che vige per la tradizione napoletana e per un prodotto differente.

Sia nell’insegna Casual Gourmet che nel menu e nelle parole di Nicola, uno dei giovani proprietari, si troveranno sinonimi per parlare di un lievitato che la cittadina varesina ha il piacere di accogliere.

“Qualcuno la definisce pizza contemporanea, a noi piace invece essere considerati come degli appassionati che senza fare compromessi e senza rimanere nelle classificazioni, ‘ammaestra lieviti’ per poter giovare delle loro proprietà, spesso trascurate”, è l’introduzione che si legge al manifesto delle proposte.

Inutile, o quasi, dire che la ricerca dei prodotti – molti dei quali slow food – e la linea di preparazioni da porre sulla pasta lievitata od al suo interno, è curata nei minimi particolari a partire dalle farine mixate tra loro.

Le pizze di Veratti

La scelta di lievitati e degli impasti – curata da Francesco Fabio – è decisamente ampia (con lievito madre o idrolisi), e vi permetterà, ad ogni visita di intraprendere un viaggio diverso. Troverete:

Double crust: La Farcita

Nuvola gourmet: Speciale a Spicchi

Classic: come vuole la tradizione

Solograno: senza lievito

Crisp: la guarnita

The Blade: la pala

L’ambiente ci è sembrato perfetto rapportato all’offerta, un lato per gli avventori solo di passaggio ed una sala accogliente, seppur minimalista, per chi ha tempo e curiosità per poter saggiare più proposte.

La scelta dei vini è ancora piuttosto contenuta ma col tempo potrebbe ampliarsi. Si è deciso di puntare su vini biologici e biodinamici e sulle birre del birrificio di Carnago.

Il Bianco Augusto dell’azienda Le Verzure è un bianco macerato dall’anima calda da uve trebbiano e malvasia fermentate ed affinate in anfora.

Del Birrificio Settimo di Carnago (Va) abbiamo provato la Nuce Dubbel con uno sfondo di torrefazione e note dolci e maltate e la Prius Exxtra Belgian Bitter più dissetante e dal finale luppolato molto gradevole.

Ci siamo fatti tentare dal menu degustazione: Crisp – Double Crunch – Nuvola Gourmet (18 €)

Crisp: crema di zucca al cumino, fior di latte di Agerola, salsiccia, castagne, Castelmagno Dop (Luigi Guffanti), melograno, pepe, olio Evo toscano Bio (Le Verzure).

Impasto giustamente croccante con una dolcezza velata della crema di zucca speziata.

Double Crisp: la vegetariana radicchio rosso al vino rosso, verza al burro e cannella, topinambur, finocchi, parmigiano reggiano Dop, sale naturale di Trapani e olio evo toscano Bio (Le Verzure).

Saper dare sprint senza l’utilizzo di affettati.

Nuvola gourmet: crema di sedano rapa agli agrumi, gorgonzola Dop (Luigi Guffanti), funghi pleurotus, pancia di maiale al forno, pepe, olio evo toscano Bio (Le verzure)

Un vera nuvola di gusto, texture, nota salina equilibrata, succosità, c’è tutto il necessario per un puntata in terra varesina. Perfetta la cottura prima al vapore e poi in forno.

Da non perdere anche il pane con un mix di farine integrali dalla fragranza ineccepibile, perfetto con lo stesso olio evo servito anche sulle pizze.

Torneremo a ripetere l’esperienza e, viste le Feste, non ci resta che correre a Varese ad assaggiare il loro panettone: l’appuntamento è in via Veratti.

Veratti
 Casual Gourmet. Via Carlo Giuseppe Veratti, 11
. Varese. Tel. +39 0332.1690034