Il meglio della settimana con i 150 anni d’Italia e i Cavalieri della Cucina

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Taste Ring riaccende i riflettori sui Cavalieri della Cucina Italiana, i 15 chef dai quali potrebbe arrivare nuovo sprint alla rinascita della gastronomia nostrana. Scattidigusto assiste all’evento ‘Pane al Pane’, ascolta il dibattito poi passa il microfono a due tristellati alle prese con l’interpretazione della bruschetta. Si comincia con Heinz Beck che nel pane riscopre la tradizione e sulla bruschetta mette purea di acciuga, tonno, olive, rucola e pomodori liofilizzati. Si prosegue con Massimiliano Alajmo, che dal motto ‘uniti nella diversità’ passa a presentare la sua bruschetta morbida con baccalà mantecato e scampi.

Capitolo ricette: da quelle semplici per il più semplice dei cibi, il pane, alle ricette intriganti con il format alfabetico, ideato dall’Incannucciata. Dino De Bellis inizia con il menù dalla A alla D e l’antipasto di alici, asparagi e alghe. E siccome la Pasqua si avvicina e gli ingredienti della primavera bussano alla porta, ecco un buon piatto completo: capretto con carciofo e polenta.

Settimana del vino. La Borgogna apre le danze che proseguono con il divertissement settimanale di Alta Fedeltà, tra vini d’elezione e bottiglie all’indice. E dopo l’Asta del Barolo, in diretta skype con l’Asia, un domandone si aggira tra i commenti: il vino buono è per ricchi? Poi arriva la prima puntata di Paesaggio italiano dedicato all’Alto Adige. Alessandro Bocchetti si perde nei panorami aguzzi di questa terra gentile, va a caccia di leccornie altoatesine e finisce nella Cantina di Girlan ad assaggiare la sua Schiava da urlo.

Mercoledì arriva il Marziano. Lo scorazzano sul sellino posteriore della Vespa e dopo una puntata al Macro (come si fa a far mangiare Qwerty in piedi?) lo conducono all’Osteria dell’Arco. Giovedì la sferzata di Katie Parla ai ristoratori troppo seduti sulle loro certezza: sveglia! Non ci sono solo le guide o il passaparola per farvi conoscere! Usate anche i social network e fatevi un bel sito bilingue!

Giovedì è il giorno tanto atteso: si festeggiano i 150 anni dell’Unità d’Italia. E visto che in cucina non mancano certo le occasioni per sentirsi un popolo unito, chef e appassionati si sono sbizzarriti in creazioni tricolori. Ci sono la matrioska di Caprese di Casa Petroni, i macaron rossi, bianchi e verdi di Nicola Cavallaro, il cubo tricolore dolce di Heinz Beck e i maccheroni della Federazione Italiana Cuochi, cucinati in salsa rossa al Sud, bianca a Centro e verde al Nord.

Ma c’è anche il tricolore del Camerun su Scattidigusto, immortalato sulla porta del frigo Smeg realizzato in esemplare unico per un’asta benefica voluta dal bomber dell’Inter Eto’o.

Venerdì Antonio Paolini apre un nuovo squarcio sulla Rete. E’ la volta di Dario Bressanini, il chimico-gourmet che odia i luoghi comuni culinari, snobba i gastro-blogger e posta ricette ‘scientifiche’.

Ecco gli appuntamenti gourmet del fine settimana: la nuova pasta VV di Verrigni, gli assaggi di Paolo Mazzola al Zhytos Beer Festival, fotografato da Emanuela Marottoli e, nel racconto di Alessandra Bertocci, una cena spiazzante dal più local dei ristoratori italiani, Pier Giorgio Parini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui