Pisacco in testa nella settimana low cost

Tempo di lettura: 2 minuti

Mangiare bene con pochi soldi non è impossibile Anche per chi gastrofighetto non è. Basta mettersi ai fornelli seguendo la ricetta giusta o affidarsi ai consigli di chi perlustra il territorio alla ricerca di indirizzi da condividere.

In entrambi casi il lettore troverà, nel sunto della settimana che si è appena conclusa, tanti articoli utili.

Ricchissima la lista delle ricette, dolci o salate, da abbuffata o rompi-fame.

Per il dolce e salato insieme, c’è la fantasia di avocado con gli spaghetti di Enza Maria Saldino. Nel reparto pasticceria c’è la crema pasticcera di Andrea De Bellis, pronta per il millefoglie o per un dolce break nel bicchierino.

In quello salato non sfugge allo sguardo la triglia di Ciro Pepe, evocatrice di anatomiche intimità accanto a più discrete screppelle ‘mbosse, ricetta di frontiera proposta da Gregorio Di Agostino e al millefoglie di panelle di ceci alle erbe aromatiche, sempre di Ciro Pepe.

Per la pausa merenda c’è la schiacciata di caciocavallo siciliana da spalmare sul pane. Per l’aperitivo Claudia Rossoni prova a sedare gli eccessi gastronomici con una ricetta leggera leggera, le tapas di verdure.

Per l’abbufffata vegan la polenta è di Donatella Papi. Con i pomodorini secchi a chiudere inesorabilmente l’estate.

Indirizzi da condividere. Iniziamo dalla lista dolce-salata dei luoghi del mangiare a Noto, compilata da Tenente Drogo.

A Brera il nuovo trend low-cost ha partorito Pisacco, locale piacevole all’ombra del murales, menu firmato Andrea Berton.

E che cosa c’è di più low cost di un panino? Sul tema Luca Formenti ne sa una più del diavolo e questa volta dalla lista dei sandwich ha pescato Gb Bar.

Leggero il conto anche a La Griglietta, trattoria di quartiere a Roma dove Andrea Sponzilli spazzola un quantitativo ragguardevole di buona carne alla griglia.

Ed è sempre Sponzilli a sedersi alla tavola di Settembrini, a Roma, nella serata a quattro mani con Luigi Nastri e il famigerato Giovanni Passerini.

Altro indirizzo da condividere: il gelato, dolce per tutte le stagioni, nella versione milanese di Biancolatte.

Settimana di premi con Umberto Giraudo della Pergola, miglior maître secondo l’Académie Internationale de la Gastronomie, Alice Delcourt, miglior cous cous secondo la giuria tecnica del Cous Cous Fest per il secondo anno consecutivo e Laura Ferraro, designer milanese vincitrice del premio Il Mosnel ‘Questione di Etichetta’.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui