La settimana di Natale con i panettoni e i miracoli a Milano

Tempo di lettura: 2 minuti

Comincia con un progetto di cenone la settimana più scintillante dell’anno. E prosegue con il menu natalizio in mondovisione e con l’invito ad astenersi da qualsiasi dieta prima dell’anno nuovo.

Per questo ci sono le ricette delle feste, vecchie e nuove, tra panettoni, pandori, piatti veloci e altri dolci della tradizione.

A Natale la ristorazione si fa più etica con il Soul Kitchen di Bon Jovi, il ristorante del New Jersey appena aperto dalla rock star con l’innovativa formula “paghi quello che puoi” e con il nuovo tariffario, finalmente di mercato, del ristorante del Senato, ormai privato dei contributi statali. Filone vagamente etico anche quello del M**Bun di Rivoli, il fast food lento visitato da Christian Sarti in terra Slow Food, dove il menu dei bimbi si chiama Happy Mais e la birra artigianale Macbiunda.

A Milano il miracolo è un Marziano del tutto speciale, Totò, che si rifà vivo per un’occasione altrettanto speciale: partire alla scoperta delle più interessanti tavole milanesi. Si comincia con la Cantina di Manuela. Accompagna Emanuele Bonati che esce contento a metà. Per fortuna si rifà la bocca con The Cube, ristorante temporaneo ideato da Electrolux, di passaggio a Milano prima di appollaiarsi su qualche tetto londinese. Lo spettacolo piace a Totò come la contiguità tavola-fornelli. E come anche i piatti che si succedono nell’aere milanese.

Elvan Uysal strappa un sorriso ai lettori indaffarati dal Natale con il racconto del moscerino nello Champagne. L’ironia pungente è quella di sempre e anche la spalla, quel MI (Marito Milanese) che di solito le è al fianco nelle sue scorribande gastronomico-filosofiche. Stavolta però ci scappa il morto: un moscerino del quale i mescitori si scompongono ben poco.

Promette temi seri in versione cool per il nuovo anno Franca Formenti e serissima è anche la bufala a fin di bene del Rednoze, spot di pubblicità progresso dedicato agli eccessi del bere.

Niente a che vedere con la filosofia di Scatti di Vino che agli eccessi preferisce di gran lunga la qualità: come la birra Xtrem di Bi-Du e lo spumante Satèn 2007 di Mosnel.

Per la pizza la settimana densa inizia con la presentazione del libro “Partenope in Pizzeria” di Giuseppe Giorgio e con le pizze dei Fratelli Salvo, prosegue con l’ultimo capitolo di Lezioni di pizza e si conclude con le pizze natalizie della Gatta Mangiona e di Tonda, a Roma.

Si chiude con 20 ristoranti e 10 libri per le ricerche last minute del locale e del regalo. E con un biglietto molto gradito: gli auguri di Oliver Glowig con la foto scattata dal fotografo ufficiale di Scatti di Gusto.

Buon Natale a tutti!

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui