We Food

Alessandro Maggiore, prima ancora di lavorare alla Terrazza dell’Eden, con Gennaro Esposito e al Farmgate Cafè di Cork, preparava pasta e sughi con la nonna siciliana, mentre nella fattoria di quella irlandese coccolava gli animali, mungeva le mucche, produceva il burro. E ora, a 25 anni, questo giovane siculo-irlandese ha aperto We Food – Eat, Love, Drik, un locale di 600 mq tutto suo in zona Tiburtina, dove “la filosofia è quella di fare tutto home-made“, spiega il giovane proprietario.

we food 3

we food 4

Cosa si mangia, in questo locale di legno ed elementi verdi? Il menu, per ora (sarà presto incrementato) corto ma ben ragionato, trae ispirazione dalla cucina anglosassone, ma è integrato con qualche elemento americano e non è impossibile ritrovarvi qualche traccia europea.

Vediamolo.

Burgers di carne:we food 2

  • Classic (cheddar, insalata, pomodoro, cipolla): 7 euro.
  • Baeggon (bacon, uovo, cheddar, insalata, pomodoro, cipolla): 8 euro.
  • Forest (formaggio di capra, composta di more, insalata): 9.50 euro.
  • Kali-O (avocado, anelli di cipolla fritti, cheddar, bacon, insalata, pomodoro, cipolla): 10 euro.
  • Peachy (brie, pesca speziata, insalata): 9 euro.

Burgers di pesce:

  • Mr Pink (salmone, patata, uovo, insalata, pomodoro, cipolla): 8.50 euro.
  • Mr White (filetto di merluzzo, salsa alioli/tartara, insalata, pomodoro, cipolla): 8 euro.

Veg burgers:

  • Columbus (ceci, mais, avocado, insalata, pomodoro, cipolla): 6.50 euro.
  • We Hemp (fagioli, semi di canapa, anelli di cipolla fritti, cheddar, insalata, pomodoro, cipolla): 7 euro.

Homemade bbq:

we food 2

  • Bbq ribs: 7 euro.
  • Salome affumicato: 9 euro.

Insalate:

  • Greek (feta, copolla, olive, pomodoro, crostini): 5 euro.
  • Salmone (patata, capperi, pomodoro, erba cipollina): 6 euro.
  • Beas (pomodoro, olive, mais, semi misti, erba cipollina): 5 euro.

Side dishes:

we food 4

  • Patatine fritte (con la buccia), classiche (2.50 euro), cheddar (3), cheddar e bacon (3.50).
  • Onion rings: 3 euro.
  • Coleslaw (insalata di cavolo cappuccio crudo): 2.50 euro.

Desserts:

  • Eclaires (panna fresca, ganache al gioccolato): 3 euro.
  • Cheesecake: 3.50 euro.
  • Choco caramel tart: 4.50 euro.

L’affumicatura della carne (angus australiano, solo 30% di grasso) e del pesce viene fatta in loco con ciliegio e mela, per esempio. Il pane, come anche i dolci, viene realizzato in una bakery a vista (sempre interna al locale) che rifornisce anche il bancone all’ingresso: qui tutto il giorno si venderanno torte, pane, bagel, sandwiches, insalate e pop corn, anche in versione gourmet (o, meglio, foodporn) con cheddar, cheddar&bacon; feta e olive; parmigiano, timo e limone; cioccolato nero; caramello e cocco. Ben presto poi il locale sarà aperto anche per le colazioni, ma in stile brunch e dalle 10 in poi (e chissà se potrebbe far concorrenza ai sei menu mattutini di Ciao Checca).

we food 3

Versante bevereccio: la protagonista dell’angolo alcolico è la Margarita, presentata in più gusti e versioni (7 euro il bicchiere, 14 euro un litro), come quella con basilico e lampone, o violetta e mora. La tequila, poi, arriva direttamente dal Messico. Non mancano birre artigianali (3 euro la piccola, 10 euro un litro).

Cosa ne pensate? Potrebbe diventare uno degli indirizzi preferiti degli amanti dei burger (anche totalmente vegani)?

We Food, via della Lega Lombarda 28. Roma. Tel. +39 06.4403324

[Immagini: We Food; iPhone di Valentina Lupia]

1 commento

  1. Non si può criticare sempre.
    Ed io ogni tanto smetto(e non solo in questo post)
    E lo faccio volentieri per We Food.
    Mi piace il progetto.
    Mi piace questo giovanissimo ristoratore,
    …le sue origini…la nonna irlandese.
    .
    Valentina ha saputo presentare, come sempre, il nuovo locale,
    ma non ha inserito foto dei tavoli:
    il locale è enorme, con tantissimi posti,
    senza fronzoli, ma piacevole.
    Conosco la zona: vicino all’Università :
    questo ha sicuramente influenzato il progetto.
    .
    Una limatina di un euro in qualche piatto
    (Lavorerai su un grande numero di clienti e, per questo,
    potresti farlo)
    sarebbe apprezzata dalle centinaia di studenti che frequentano il quartiere:
    ed io ti auguro, di cuore, che siano tanti.
    .
    Piazza Bologna, Roma…anni fa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui