Ho trovato a Milano una pizzeria che è anche ristorante soddisfacente: la Taverna Calabiana.

Di solito non considero, nei miei giri alla ricerca delle pizze migliori da consigliarvi, i ristoranti-con-pizzeria, o le pizzerie-con-ristorante. Non è un pregiudizio, o uno snobismo: è semplicemente un modo per restringere un po’ il campo d’indagine, che altrimenti sarebbe, immagino, più che raddoppiato, con probabili conseguenze negative pondometriche per il sottoscritto.

Come dicevo, sono stato alla Taverna Calabiana, dietro l’ex-Scalo di Porta Romana, a qualche decina di metri dalla sede della Fondazione Prada. Una zona ex-industriale, che sta anch’essa riqualificandosi con nuove costruzioni e ristrutturazioni. Non ero ancora stato da Prada – visita che peraltro consiglio a prescindere; finisce questo weekend la bella mostra “Post Zang Tumb Tuuum”, sull’arte italiana fra le due guerre. Così, mi sono deciso, e per strada mi sono fermato a pranzo da Calabiana. Anche se pure da Prada si può mangiare, oltre che nel Bar Lume, ora anche nel ristorante Torre.

La Taverna Calabiana, ristorante e pizzeria, è aperta da quasi trent’anni, ed è diventata un punto di riferimento per la zona Romana-Corvetto. Un centinaio di posti, tre sale e un giardino. Le basi della cucina sono nord-occidentali, Lombardia Piemonte Liguria, quindi piatti della tradizione, dal vitello tonnato alla cassoeula, dalle carni alla brace alle cervella fritte, a cui si affiancano scelte meno usuali.

Un improvviso desiderio di vitello tonnato mi ha – momentaneamente – distolto dal menu pizze. E l’ho ordinato. E mi ha soddisfatto: una buona esecuzione di un piatto classico ma non per questo di facile esecuzione. Magari, la salsa tonnata un poco più saporita…

Ma io sono qui per la pizza, ripeto. Avevo visto delle foto della loro marinara, accompagnate da lodi sperticate, e mi è venuta una gran voglia di assaggiarla. visto che poi la marinara la mangio raramente, pur amandola molto: prima mangiamo la margherita, poi quella gourmet, e poi…

E questa pizza marinara è proprio buona. Buona la salsa di pomodoro datterino, buono l’impasto, buona la cottura: il tisultato è una pizza leggermente croccante, morbida, saporita, piacevolissima.

La pizza marinara, come la margherita, costa 9 €; da 10 a 12 € le altre, dalle classsiche bufala, friarielli, prosciutto e funghi, alle meno usuali Alberto (lardo, certosino, cipolla), primavera (pomodoro porro trevisana mozzarella, porro e gorgonzola.

Mi sono lasciato tentare dal dolce, ma la tarte tatin di mela (7 €) non mi è piaciuta; gli altri dolci, dai 6,50 agli 8 €, sono abbastanza classci, ma si segnala un elato al pistacchio con gin e pepe.

Il patron Alessandro Roggero guida il locale aperto dal padre con perizia e attenzione verso i clienti abituali (c’era un gruppo di mogli-di-calciatori e bimbi-di-calciatori, graziosissimi e assolutamente tranquilli) ma non solo. E anche questo ha il suo bel valore.

L’unico (mio) problema è: ci tornerò per mangiare al ristorante o in pizzeria?

Taverna Calabiana. Via Arcivescovo Calabiana, 3. 20139 Milano. Tel. +39 3939817906.

[Immagini: iPhone Emanuele Bonati]

La migliore Pizza della Settimana

  1. La Liquirizia in giallo di Sasà Martucci a Caserta
  2. La Capricciosa soffice di La Pizzeria Nazionale a Milano
  3. La Fior di Formaggi di Da Zero a Milano
  4. La Quattro Latti di Gino Sorbillo a Napoli
  5. La Radicchio Affumicato di Cenerè a Milano
  6. La Assaje di Assaje a Milano
  7. La Salsiccia e friarielli in 3 indirizzi imperdibili a Napoli
  8. La Senza Lievito di Renato Bosco a Verona
  9. La Sardegna di Gino Sorbillo in versione Gourmand a Milano
  10. La stellare Agro Romano della Gatta Mangiona a Roma
  11. Lazio di Pizzium a Milano
  12. La Pizza che Unisce da Ciro Oliva nel segno Unesco da Concettina ai Tre Santi a Napoli
  13. La Campania Mia di Giuseppe Pignalosa a Le Parùle di Ercolano
  14. La Viola di Lievità a Milano
  15. La Soffritto di Gaetano Genovesi a Napoli
  16. La Rustica con Fior di Latte e salsiccia di Briscola a Milano
  17. La Genovese di Angelo Pezzella a Roma
  18. La Mastunicola di Sbanco a Roma
  19. La Ventricina di Dry a Milano
  20. Hamilia, cioè la via emiliana alla pizza a Milano
  21. La Bianco Tanagro di Da Zero