Giuseppe Pignalosa è tra i pizzaioli che partecipano a Ischia Safari, la manifestazione di beneficenza organizzata al Negombo da Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro.

Dopo la presenza a Notte di Stelle, il pizzaiolo di stanza a Salerno in procinto di riaprire una nuova e più bella Le Parùle a Ercolano (trovate lo staff impegnato in questi giorni al Napoli Pizza Village allo stand numero 3 proprio vicino al palco), riconferma la sua bontà preparando una pizza fritta.

Pizza che si inscrive nel suo percorso di montanare canotto, apprezzatissime dal pubblico della pizzeria si Salerno che non fa mancare al tavolo l’arcinota margherita.

O quando è stagione, la pizza fritta con le scarole e le alici.

“Per Ischia Safari ho immaginato insieme a Luigi Iapigio (lo chef di Pescheria Salerno e del Veliero di Acciaroli che fa parte dei locali della società) un omaggio a Ischia proponendo una farcitura iper tradizionale, il coniglio all’ischitana”, spiega Pignalosa.

E allora, per quanti non riusciranno a essere a Ischia Safari (qui trovate tutte le indicazioni), ecco la ricetta che si inserisce di diritto nelle nostre Lezioni di Pizza.

Buona preparazione.

La ricetta della pizza fritta con ragù di coniglio

Ingredienti per l’impasto

1,6 kg farina 0
Un litro di acqua
Un grammo di lievito di birra
40 g di sale fino

Procedimento

Prendere una boule di vetro e versare l’acqua a temperatura ambiente.

Aggiungere il grammo di lievito e sciogliere nell’acqua.

Aggiungere a poco a poco la farina e mescolare. Per incorporare gli ingredienti occorre lavorarli per una decina di minuti l’impasto. Al termine, aggiungere tutto il sale.

Lavorare l’impasto per altri 10 minuti.

Appena l’impasto sarà liscio e soffice, avvolgerlo in una pellicola e lasciarlo riposare sul banco per 30 minuti.

Stagliare la massa in panetti da 250 grammi.

Lasciare riposare i panetti in una madia coperta per 8 ore.

Al termine del periodo di riposo, stendere la pizza avendo cura di spingere l’aria verso i bordi e friggerla in abbondante olio di semi di girasole utilizzando una schiumarola per innaffiare con l’olio caldo la superficie superiore.

Scolare, asciugare con la carta e farcire con il ragù.

Ingredienti per il ragù di coniglio

1,5 kg di coniglio disossato
1kg di Miracolo di San Gennaro
1 spicchio di aglio
1 bicchiere di biancolella
15 foglie di basilico
Maggiorana e piperna (timo selvatico)

Procedimento

Tagliare il coniglio a tocchetti molto piccoli.

Far soffriggere l’aglio intero: quando è diventato biondo toglierlo e aggiungere il coniglio.

Fare rosolare e sfumare con vino biancolella d’Ischia

Aggiungere il pomodoro e lasciare cuocere a fuoco lento.

A cottura ultimata aggiungere maggiorana e piperna e lasciare riposare coperto in modo da far rilasciare i profumi delle spezie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui